La comicità irriverente di Angelo Duro in scena alla Fenice di Senigallia. Ecco quando

La comicità irriverente di Angelo Duro in scena alla Fenice di Senigallia. Ecco quando
La comicità irriverente di Angelo Duro in scena alla Fenice di Senigallia. Ecco quando
3 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Settembre 2022, 16:07 - Ultimo aggiornamento: 16:39

SENIGALLIA -  Angelo Duro sarà di scena con il nuovo spettacolo, “Sono cambiato”, al Teatro La Fenice di Senigallia il prossimo 23 novembre alle 21. I biglietti sono disponibili sui circuiti TicketOne e Vivaticket.  “Sono cambiato” si preannuncia ancora più potente dei primi due spettacoli. Adesso (è scritto anche a caratteri cubitali sul manifesto) Angelo Duro ci fa sapere d’essere cambiato, di non essere più quello di prima. E qui ci vengono mille dubbi. In che senso sarà cambiato? Non sarà più scontroso, irriverente e polemico come prima? Sarà diventato più buono? Lo vedremo finalmente sorridere? I dubbi sono tanti anche perché da uno come lui non sai mai cosa aspettarti. Di certo la notizia di questo suo cambiamento ha aumentato la nostra curiosità, e adesso non aspettiamo altro che vederlo nel suo nuovo spettacolo (che da quest’anno è pure autoprodotto dalla società che ha fondato e chiamato, in perfetto suo stile, “Da Solo Produzioni”).

La critica

Pietrangelo Buttafuco ha scritto di lui: «Angelo Duro, il comico che innesca le menti. Di artisti padroni del ragionamento comico, fuori da ogni schema consolidato e da qualsiasi retorica buonista e consolatoria non ce ne sono certo centomila, non si può dire nessuno ma uno in Italia - solo uno - c'è ed è appunto Duro. Di artisti capaci di innescare la miccia della libertà mentale e dello spirito critico nello spettatore non se ne vedevano dal tempo di Giorgio Gaber, e Duro - uno che non potrà mai andare in tivù e però riempie i teatri - è durissimo nei contenuti, perfetto nei tempi comici, irresistibile nei silenzi (lunghissimi), magnifico poi nel crearsi un pubblico dalla testa libera, liberissima e dal cattivo carattere. Come lui. Imprendibile. E imperdibile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA