Covid, ricoverato l'attore Andrea Pennacchi «Io, attaccato ad una macchina ma respiro»

Mercoledì 13 Gennaio 2021
Covid, ricoverato l'attore Andrea Pennacchi «Sono attaccato ad una macchina ma respiro»

«So taca na machina ma respiro», è con queste parole che l'attore Andrea Pennacchi ha reso note le sue aggravate condizioni di salute, in un post twitter. Lo ha fatto con lo stile ironico che lo contraddistingue, scegliendo di comunicare la notizia in dialetto veneto. Pennacchi, attaccato ad un respiratore, sarebbe dunque implicitamente ricoverato in ospedale. «Next tattoo, grazie @giodiamanti» conclude nel post, ringraziando il politologo vicentino Giovanni Diamanti, senza aggiungere ulteriori dettagli sulla sua condizione.

 

LEGGI ANCHE:


L'attore veneto sarebbe ricoverato a Padova, nella sua amata regione, e dalle parole del twitt non risulta difficile collegare la sua mancata autosufficienza respiratoria ai sintomi del Covid-19. Il "Pojana" di Propaganda Live, recentemente spalla di Paola Cortellesi in "Petra" su Sky Atlantic e papà di Elio Germano in "L’isola delle rose" di Netflix, deve proprio al programma di Diego Bianchi, il successo conosciuto negli ultimi anni. Successo, che gli ha portato molti messaggi di vicinanza dopo la pubblicazione del suo post di oggi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA