Le terme seduti comodamente sul divano, bastano un buon inalatore e l'acqua giusta

Giovedì 25 Marzo 2021 di Federica Buroni
Una coppia fa le cure termali distesa su divanetti

ANCONA - Le terme approdano a casa. In barba al lockdown e alle chiusure del periodo, la salute viaggia in prima classe. Direttamente seduti sul divano, si può sorseggiare e godere della qualità dell’acqua che sia delle terme di Salsomaggiore o di qualche altro stabilimento, poco importa. Riprodurre i benefici delle cure termali to home è possibile grazie ad una macchina speciale e cioè l’inalatore. Come e cosa usare? È presto detto. Una premessa è, però, fondamentale: l’acqua termale è una sostanza alcalina composta da zolfo, iodio, cloro, ferro, elementi di calcio e altri microelementi. 

 

Tutto è molto semplice: basta un inalatore ad hoc a portata di mano e, naturalmente, l’acqua termale che si può acquistare in farmacia o on line. Come l’inalatore, del resto. L’acqua termale può essere di vario tipo: c’è quella di Salsomaggiore ma anche quella di Tabiano, molto utile per rafforzare il sistema immunitario, solo per citarne alcune. Nel caso dell’acqua di Salsomagggiore, per esempio, basta prendere una bustina di Sali e metterla in un litro d’acqua bollente e procedere con un’ inalazione al dì, respirando i vapori, per alcuni giorni. Attenzione, però: ogni acqua ha le sue proprietà. «L’efficacia delle cure termali a casa è simile a quella ottenuta con la cura termale vera e propria – fa sapere Marco Oldoni, medico e farmacista -; il massimo sarebbe se la terapia in casa facesse seguito ad un primo ciclo nella struttura». Insomma, le inalazioni termali fai da te sono da considerare una sorta di rafforzativo del ciclo di cura.


A seconda della composizione dell’acqua, è possibile avere più rimedi per diverse patologie, come chiarisce lo stesso medico. Ci sono, anzitutto, le malattie delle vie respiratorie come la sinusite oppure quelle dermatologiche, per le quali sono molto indicate le «acque sulfuree, che aiutano contro la dermatite atopica e seborroica». Ma le acque termali, spiega l’esperto, rafforzano anche il sistema immunitario. Hanno inoltre un’azione benefica anche nei confronti delle cartilagini articolari e svolgono una potente azione antinfiammatoria grazie allo zolfo e al bicarbonato di sodio che contengono. Sono benefiche per chi soffre di reumatismi, artrosi e malattie vascolari.


Anche l’inalatore deve rispondere a certi requisiti. Questo apparecchio consente di fluidificare il muco in eccesso presente nelle alte vie respiratorie. Grazie all’azione dell’acqua termale si possono idratare le mucose secche e creare un ambiente più salutare. Il funzionamento dell’inalatore termale è semplice: la caldaia deve essere riempita con acqua distillata seguendo le indicazioni sul quantitativo, che sono sul libretto. Quindi, bisogna attaccare la bottiglia al macchinario; ecco, allora, che basta accendere l’inalatore. A questo punto, la caldaia scalda l’acqua termale che viene nebulizzata da una bocchetta ad hoc. Le terme to home sono pronte all’uso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA