Le sopracciglia tatuate o il microblading, la nuova tendenza della moda per l'autunno

Mercoledì 15 Settembre 2021 di Federica Buroni
Una ragazza mente si cura le sopracciglia

ANCONA - Nuova stagione , nuovo look. Una moda super diffusa in quest’autunno battente: le sopracciglia tatuate. Un bel vezzo, neanche a dirlo, soprattutto a portata di borsa e molto semplice da eseguire. Le sopracciglia sono una parte importante del viso dal momento che ci danno l’espressività. Spesso, però, sono troppo rade e questo, per molte donne, rappresenta un problema. Ecco perché tante scelgono una soluzione che può essere più o meno definitiva. Le metodologie più diffuse sono il tatuaggio e il microblading . «Anche se queste operazioni sembrano molto simili, in realtà sono decisamente diverse», avverte Anna Monari, estetista di Macerata. Per le amanti del bio a tutti i costi,poi, c’è anche l’hennè sopracciglia, un metodo molto usato e nature, non foss’altro che per archiviare i fastidiosi peletti bianchi, sempre in agguato. 

 
Le differenze con il microblading? Alla fine, è solo una questione di stile e di tempo. «Il tatuaggio delle sopracciglia, come gli altri, è permanente. I pigmenti che vengono inseriti sulla pelle, tramite uno strumento sterilizzato, anche se sbiadiscono con il passare del tempo, non si cancellano mai del tutto», spiega l’esperta. Attenzione, però: per quanto permanente, il tatuaggio, con il tempo, tende a sbiadire e, quindi, per mantenere un effetto buono, bisogna fare ritocchi. 


Il microblading, a differenza del tatuaggio, è una soluzione semipermanente. «In questo caso, i pigmenti vengono posizionati in una parte più superficiale dell’epidermide e, quindi, dopo due o tre anni, il disegno scompare. Questo è causato dal ricambio cutaneo». Lo strumento che viene utilizzato per questa tecnica è una specie di lama che consente all’estetista d’inserire i pigmenti colorati. «Il risultato che si ottiene con questa pratica è più naturale - sottolinea Monari - . Le principali differenze tra le due tecniche è nella durata del risultato». I costi, naturalmente, variano a seconda del centro estetico: la media, per il microblading, va da 300 a 800 euro, per il tatuaggio da 250 a 300.


Per coprire i peletti bianchi e per dare una forma più definita all’arcata, ecco a voi il bio tatuaggio. «È una tecnica naturale per realizzare tatuaggi temporanei», mette le mani avanti l’estetista. L’hennè, la stessa che si usa per i capelli, è una polvere colorante che si ottiene da varie piante. Per usarla, come spiega Monari, «bisogna scioglierla con acqua bollente e mescolare. Si ottiene così una crema pastosa. La miscela può essere arricchita da altri ingredienti come yogurt o limone, che accelerano l’ossidazione per risultati più intensi, oppure oli vegetali e miele. La colorazione è meno intensa di quella di una tinta e, quindi, si può applicare alle sopracciglia». Ecco, dunque, il motivo della moda del bio tatuaggio alle sopracciglia, che si può fare anche da sole. C’è però un problema: eventuali danni agli occhi dove potrebbe cadere la tinta e i suoi agenti aggressivi. Siete avvisate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA