Gli oli di bellezza per la skincare quotidiana delle donne, si possono usare singolarmente ma anche fare un bel mix

Giovedì 21 Ottobre 2021 di Federica Buroni
Il Tea Tree Oil è tra quelli più utilizzati

ANCONA - Sono tanti e davvero fantastici per la nostra skincare quotidiana. Sono gli oli di bellezza, ognuno con una funzione e un ruolo ben precisi ma tutti decisamente benefici. Da quello di sesamo all’olio di cocco, i magnifici “unguenti” giocano al rialzo: chi più ne ha, più benefici ottiene. Beninteso: occorre conoscerne proprietà e svantaggi così da decidere cosa e come applicarli su viso e corpo. Certo è che, nell’ambito di una buona routine di bellezza, non possono mancare gli oli vegetali ed essenziali, ricchi di nutrienti e antiossidanti come la vitamina E. Ecco, allora, una sintesi veloce sui fondamentali per orientarsi al meglio e capire come e cosa usare.
Ci sono alcuni oli che sono importanti per migliorare la salute del cavo orale, in particolare secondo i dettami della medicina ayurvedica che utilizza gli oli naturali per disintossicare denti e gengive. Se occorre sbiancare i denti, il top è fare degli sciacqui con l’olio di cocco; anche quello di sesamo può aiutare. Entrambi sono funzionali per combattere l’alitosi. Per la crescita dei capelli, la scelta migliore è quella dell’olio di ricino ma c’è anche quello di bhrimgaraj, il semplice olio di oliva e quello di cocco senza dimenticare il Tea Tree e gli oli essenziali di rosmarino e di lavanda. Noticina significativa: si possono usare singolarmente ma anche fare il mix e vanno applicati sul cuoio capelluto con un massaggio delicato, magari si possono anche lasciarli in posa per almeno dure ore prima di lavarli. Per quanto riguarda ciglia e sopracciglia, l’olio di ricino è il massimo che si possa chiedere: contiene acidi grassi, come il ricinoleico, e antiossidanti che favoriscono la crescita dei peli. Non solo: è buono anche contro i microrganismi dannosi che ne ostacolano la crescita.
La lista è lunga ma ne abbiamo per tutti i gusti. Così è per disintossicare la pelle: niente di meglio dell’olio di cocco mentre per combattere l’acne, l’ideale è il Tea Tree oil, che penetra nella pelle pulendola in profondità. Provare per credere: basta prendere un po’ di olio e metterlo su un dischetto di cotone e quindi passarlo sul foruncolo, se si ha pelle sensibile, meglio mixare con il cocco. Per ridurre le cicatrici, la soluzione migliore è l’olio con la vitamina E come quello di mandorle dolci o di girasole. L’olio di mandorle, poi, è ottimo anche per idratare le mani e rimuovere le cuticole ma è anche un buon rimedio per mantenere la giovinezza delle mani e per ripararle dall’esposizione dei raggi Uv del sole.
E poi c’è il classico e sempieterno olio di oliva, una delizia per i piedi, sia da usare come scrub assieme allo zucchero, sia semplicemente passandolo dopo aver immerso io piedi in acqua tiepida per circa 10 minuti e usato la lima. Una volta, applicato l’olio ai piedi, il top sarebbe indossare le calze e tenerli così tutta la notte. La mattina si avranno piedi super morbidi e levigati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA