Da Insegno a Morante, Placido e Pelù, tanti big del teatro, della tv e della musica per Marche InVita

Venerdì 18 Giugno 2021 di Chiara Morini
Pino Insegno

ANCONA - Talenti emergenti e artisti noti a livello nazionale, oltre 80 spettacoli in programma per un calendario ancora in divenire e 36 Comuni coinvolti: questi sono gli ingredienti di “Marche InVita” che dal 27 giugno propone una serie di spettacoli. Le Marche sono pronte a ripartire con questo ricco cartellone proposto da Regione, Consorzio Marche Spettacolo e Amat.

 
Il progetto è stato voluto e ideato dalla Regione Marche per promuovere lo spettacolo dal vivo nelle aree colpite dal sisma del 2016, per stimolare la ripresa economica e la vita sociale. Le comunità locali hanno aderito con successo sin dalla prima edizione ed oggi assume un doppio significato: ripartenza dal sisma, e ripartenza dalla crisi pandemica che ha colpito tutto il paese. «Già il nome della rassegna fa capire che le Marche sono vive e pronte a ripartire con la cultura che qui è come l’araba fenice – dice l’assessore regionale Giorgia Latini –. Finalmente si torna a parlare di progettualità e non di emergenza». La gente ha voglia di spettacolo e nell’anno in cui forse «andare all’estero non è semplice, i territori potranno essere scoperti. Ecco allora che la cultura assume il ruolo di scambio tra le comunità e chi le visita» commenta la dirigente regionale della Cultura, Simona Teoldi.


Alcuni eventi si sono intrecciati con Musicultura e tra i vari c’è stata anche la chiacchierata con Colapesce e Dimartino. «Molti sono i nomi noti – commenta Gilberto Santini direttore Cms e Amat – ricordo tra questi un insolito “incontro” tra Aldo Cazzullo e Piero Pelù (Urbisaglia, 3 luglio), e sono inserite le date del Ginesio Fest, del Camerino Festival, l’AscoliPicenoFestival, il Montelago Celtic Festival, La Milanesiana». Tra i vari nomi si segnala quello di Luca Violini in “Eneide: la profezia del pendolo” e ne “Il piccolo principe” in diverse località e date.


Si parte il 27 giugno a Macerata (cortile palazzo Buonaccorsi) con Fabio Bacaloni e Michela Paoloni. Sempre il 27 a Recanati (orto sul Colle dell’Infinito) concerto del Belinfante Quartet. I Little pieces of Marmelade arriveranno ad Appignano (2 luglio), dove il 9 luglio ci saranno Pino Insegno e il suo “58 sfumature di Pino” e il 16 luglio Dado in “L’impertinente”. Ad Ascoli Piceno previsti Flavia Mastrella e Antonio Rezza, introdotti da Elisabetta Sgarbi in uno degli appuntamenti della Milanesiana (17 luglio) e Vittorio Sgarbi che presenterà Caravaggio (19 luglio). Massimo Popolizio sarà a Urbisaglia il 20 luglio, nello stesso giorno Michele Placido e Giovanni Caccamo in “Parola” ad Ascoli Piceno. Ci sarà Cesare Catà (Matelica, 5 agosto) con una delle sue lezioni spettacolo, “Nell’incanto di Calypso”, con Cecilia Menghini alla recitazione e Maurizio Serafini alle musiche; sempre Catà a Smerillo con una rassegna su Shakespeare (27, 28, 29 agosto).

Arriverà ancora ad Ascoli Piceno Laura Morante in “Medea”, l’11 e 12 agosto prossimi, e poi altri concerti e spettacoli nelle località di montagna, tra cui la Musicamdo Jazz Orchestra e il festival Sibillini live. Previsto dal 22 agosto al 5 settembre, tra Montalto delle Marche, Matelica, Monte San Martino, e Falerone il “Salotto lirico sotto le stelle”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA