La nuova frontiera della cosmeceutica, il make up artist di Ancona racconta tutto

I laboratori di ricerca stanno facendo grandi passi avanti nella creazione di prodotti per la cura della pelle
I laboratori di ricerca stanno facendo grandi passi avanti nella creazione di prodotti per la cura della pelle
di Federica Buroni
3 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Giugno 2022, 08:20

ANCONA - Bellezza tout court. A partire dalle nuove frontiere della cosmesi. E cioè la cosmeceutica, vera e propria scienza del beauty. «Il termine è la fusione tra cosmesi e farmaceutica – spiega Maurizio Bertini Magnoni, make up artist di Ancona -. Sono prodotti contenenti sostanze bioattive, creati per avere benefici estetici e di salute». La premessa è servita. Nel nome dell’eterna giovinezza, di pari passo con la nutricosmetica, la nutriceutica, i filler cosmetici e la surgeceutica, «si sta cercando di creare un mix tra integratori evoluti e cosmesi efficace».


Per un aspetto estetico sempre fresco, i laboratori di ricerca stanno facendo grandi passi avanti nella creazione di prodotti per la cura della pelle. «Il tutto - sottolinea Bertini - evitando interventi invasivi di chirurgia plastica e anche per rispondere alle esigenze del mercato, in perenne evoluzione, dove l’aspetto esteriore è molto importante e anche la vita si è allungata». 
I prodotti
I cosmeceutici sono costituiti dall’elevato contenuto di principi attivi. Chiarisce il make up artist. «Sono prodotti con tecnologia all’avanguardia e più efficaci dei cosmetici classici poiché penetrano molto più rapidamente in profondità della pelle senza però avere gli effetti collaterali dei farmaci». Sono ad «attività antiage garantita al cento per cento e agiscono contro lo stress ossidativo, l’invecchiamento cutaneo, la perdita di luminosità e la compattezza sia del colorito sia del tono della pelle». Non solo. Spiega Bertini: «I cosmeceutici vanno anche ad agire contro tutti i processi infiammatori e degenerativi legati all’ossidazione e quindi alla produzione dei radicali liberi da parte dell’organismo e della pelle che rappresenta la cartina di tornasole dello stato di salute del nostro corpo». 
I trattamenti
I trattamenti di cosmeceutica sono efficaci, mirati e danno risultati, secondo l’esperto, mentre quelli di cosmesi hanno un’azione causale: «Tutto questo perché hanno un’elevata concentrazione di principi attivi, capaci di penetrare negli strati più profondi del derma con proprietà curative eccezionali». Non sono comunque dei farmaci e «la legislazione vigente li classifica come cosmetici e, dunque, non richiedono ricetta». Dove trovarli? «In negozi specializzati – fa sapere Bertini – quindi in profumerie di lusso o di nicchia per evitare la confusione con la cosmesi classica anche se poi i prezzi sono gli stessi». Infatti, della cosmesi che noi conosciamo, «paghiamo la pubblicità, invece, nella cosmeceutica la pubblicità è inesistente. Si punta sulla qualità dei prodotti e delle materie prime come la vitamina C o l’acido glicolico e quello salicilico, impiegati anche per curare patologie. O l’acido ialuronico con diversi pesi molecolari, l’acido cogico contro le macchie». E ancora: l’ossido di zinco contro i rossori, i micropeptidi, il collagene, l’elastina, la vitamina A e la E. Sempre abbinato con integratori di ultima generazione. Per una bellezza total, dentro e fuori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA