“Come saltammo in lungo”, tre registi a confronto a Corto Dorico rEsiste

La locandina dell'appuntamento
La locandina dell'appuntamento
di Giovanni Guidi Buffarini
3 Minuti di Lettura
Sabato 13 Febbraio 2021, 05:25

ANCONA - Nuovo appuntamento con Corto Dorico rEsiste, il prologo online alla diciassettesima edizione dei Corto Dorico Film Fest che si terrà in presenza dal 20 al 28 marzo, sede principale la Mole Vanvitelliana di Ancona.  Sabato a partire dalle ore 15, sulla pagina Facebook del Festival si confronteranno tre giovani registi: Ciro D’Emilio, Mario Piredda e Carlo Sironi.

 

Già noti al pubblico di Corto Dorico, sono riusciti a compiere il Salto in Lungo: realizzando il loro primo lungometraggio, tre film assai apprezzati e dal pubblico e dalla critica. All’incontro parteciperà il direttore artistico Daniele Ciprì. Nel ruolo del moderatore, il critico Alessio Galbiati, direttore del sito Rapportoconfidenziale.org.
[Attivo dal 2006, Ciro D’Emilio ha diretto videoclip, spot, tutorial. È autore di quattro corti pluripremiati in Italia e all’estero: “L’altro”, “Massimo”, “Un ritorno” e “Piove”, quest’ultimo applaudito a Corto Dorico nel 2017. Nel 2011 ha fondato la Road to Pictures Film. Nel 2018 il debutto nel lungometraggio con “Un giorno all’improvviso”, presentato alla Mostra di Venezia nella sezione Orizzonti. Il film ha fruttato a D’Emilio la nomination ai Nastri d’Argento come Miglior Regista Esordiente. Nato a Sassari nel 1980, Mario Piredda ha conseguito la laurea al Dams. Dal 2009 è socio della casa di produzione indipendente Elenfant Film. A Cuba ha girato il corto “Los aviones que se caen”, in Cambogia il doc musicale “Cervelli in fuga”. Con il cortometraggio “A casa mia” ha vinto il Premio del Pubblico a Corto Dorico 2016 e il David di Donatello 2017. Il suo lungometraggio, “L’agnello”, è stato in concorso alla Festa del Cinema di Roma ed è uscito nelle sale italiane nell’ottobre 2020, un attimo prima dunque della seconda chiusura per virus. Ci si augura torni sul grande appena possibile.
Il romano Carlo Sironi è nato nel 1983. A 18 anni inizia a studiare fotografia e a lavorare nel cinema come aiuto operatore e assistente alla regia. Ha firmato la regia di videoclip, documentari, programmi televisivi. Il suo primo cortometraggio, “Sofia”, è stato in concorso al Torino Film Festival. Il secondo, “Cargo”, è andato a Venezia e ha ricevuto una candidatura ai David di Donatello. Mentre “Valparaiso” è stato premiato a Locarno e selezionato a Corto Dorico. Il suo Salto in Lungo si intitola “Sole”. Inserito nel cartellone del Festival di Toronto, ha inoltre ricevuto il premio come Miglior Rivelazione agli European Film Award.

© RIPRODUZIONE RISERVATA