Corto Dorico prende il via con Massi, il maestro dell'animazione presente in sala ritirerà il premio speciale Cinema di Poesia

Corto Dorico prende il via con Massi, il maestro dell'animazione presente in sala ritirerà il premio speciale Cinema di Poesia. Qui una immagine del suo In quando a noi
Corto Dorico prende il via con Massi, il maestro dell'animazione presente in sala ritirerà il premio speciale Cinema di Poesia. Qui una immagine del suo “In quando a noi”
di Giovanni Guidi Buffarini
3 Minuti di Lettura
Sabato 3 Dicembre 2022, 04:30

ANCONA - Si accende oggi la Lanterna Magica di Corto Dorico numero 19, e da qui a domenica 11 il cartellone allestito dai direttori artistici Luca Caprara e Daniele Ciprì proporrà 60 appuntamenti fra proiezioni di cortometraggi e lungometraggi, incontri in presenza e incontri online, masterclass, workshop per ragazzi, anche musica dal vivo. 


Gli eventi di oggi

Tutti gli eventi odierni si terranno nei locali della Mole Vanvitelliana, sede principale del Festival anconetano. Apertura alle 17 al Café Lumière (Sala Boxe): con l’installazione espositiva di opere in Realtà Virtuale curata da Omar Rashid, vecchio amico del Festival e fra i maggiori esponenti della VR. Si vedranno “La tomba della regina Picena di Sirolo-Numana” realizzato da Ente Parco Regionale del Conero e Distori Heritage, e “L’arrivo del treno alla stazione di Torrentieri” dello stesso Rashid. Alle 18 in Auditorium, il filosofo Federico Leoni e il regista Daniele Ciprì dialogheranno sul tema “Che cos’è la paura?”. La conversazione sarà introdotta da Francesca Principi, interverrà l’assessore alla Cultura del Comune di Ancona Paolo Marasca. Era previsto un collegamento con uno dei massimi esperti in materia, Dario Argento, ma il maestro non sta bene e non parteciperà. Alle 20 al Café Lumière, Stand-Up Comedy Show: per farsi quattro risate. Poi, alle 21.15, ancora in Auditorium: per la proiezione di “In quanto a noi” dell’illustratore e maestro del cinema d’animazione Simone Massi. Trattasi di una videoposia, prodotta da Nie Wiem, ispirata ad “Avevamo studiato per l’aldilà” di Montale. La voce è di Wim Wenders. Massi sarà - eccezionalmente: difficile si muova da Pergola - in sala. Ritirerà il premio speciale Cinema di Poesia.

Corto Slam

A seguire Corto Slam 1, la prima semifinale del concorso dei corti italiai. Il lizza i film: “Faccia di cuscino” di Saverio Cappiello, “Super Jesus” di Vito Palumbo, “Fradi miu” di Simone Contu, “68.415” di Antonella Sabatino e Stefano Blasi, “Samira” di Massimiliano Battistella e “La robe” di Olga Torrico. Luigi Socci farà da maestro di cerimonie, il titolo prediletto dal pubblico si unirà ai corti già selezionati per la finalissima di sabato prossimo. Infine, a mezzanotte, al Café Lumière si terrà il Corto Dorico Opening Party - Dj Set, in collaborazione con Raval Family. Il Café Lumière sarà lo spazio di condivisione di questo Corto Dorico. L’allestimento, curato da Federico Maugeri, recupera le atmosfere delle origini del cinema. Si comincia, dunque. Buon Festival a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA