Gli attori Liberati e Caramazza a Corto Dorico, incontrano i liceali nell'ambito del ciclo “L’ora di cinema - In classe con...”

Giovedì 2 Dicembre 2021 di Giovanni Guidi Buffarini
L attore Simone Liberati

ANCONA - Corto Dorico edizione numero 18 scalda i motori. L’inaugurazione ufficiale è fissata per sabato, ma oggi e domani sono in programma tre succose anteprime. 
Questo pomeriggio alle 18,30 - sulla pagina Facebook e sul canale Youtube di Argowebtv - nell’ambito del ciclo “L’ora di cinema - In classe con...”, incontro con gli attori Selene Caramazza e Simone Liberati. Giovani e già bene in carriera. Liberati ha partecipato a vari cortometraggi, a spettacoli teatrali e a fiction televisive come “Una mamma imperfetta”, “I Cesaroni 3”, “Squadra mobile 2”.

 

Al cinema lo abbiamo visto in “Suburra”. Caramazza è comparsa a sua volta in diverse fiction (“Catturandi”, “Squadra antimafia 7 e 8”, “Don Matteo 10”). Insieme hanno interpretato, da protagonisti, il film di Roberto De Paolis “Cuori puri”, un piccolo cult. Liberati e Caramazza risponderanno alle domande degli studenti di quattro licei anconetani: Mannucci, Savoia Benincasa, Rinaldini e Galilei. Saranno inoltre collegati i direttori artistici di Corto Dorico, Daniele Ciprì e Luca Caprara. Domani, sempre alle 18.30, sempre via Facebook e YouTube, un’altra “Ora di cinema”. Protagonista, lo sceneggiatore e regista Francesco Bruni. A lungo collaboratore di Paolo Virzì (“Ovosodo”, “Caterina va in città”, “Tutta la vita davanti”, “Il capitale umano”, solo per citarne alcuni), ha scritto anche per Francesca Comencini, Mimmo Calopresti, Ficarra e Picone. E in tv “Il commissario Montalbano”. Col suo primo film da regista, “Scialla!”, ha vinto sia il David di Donatello sia il Nastro d’Argento. Anche per lui le domande degli studenti e anche a questo incontro parteciperanno Ciprì e Caprara. Domani è inoltre in programma l’Evento Speciale di pre-apertura. 
Alle 21.15, al Cinema Azzurro sarà proiettato in anteprima regionale il lungometraggio di Bonifacio Angius “I giganti”, unico titolo italiano ammesso quest’anno in concorso a Locarno. Racconta una rimpatriata fra amici. “Tanti ricordi, piombo, e storie d’amore dall’abisso”, così si legge nella scarna sinossi ufficiale. Sarà il primo appuntamento di Corto Dorico in presenza dallo scoppio della pandemia. In sala, Michele e Stefano Manca, meglio noti come Pino e gli Anticorpi. Sono nel film.

© RIPRODUZIONE RISERVATA