“Armonie della sera” con la musica in luoghi d'incanto, la diciassettesima edizione presentata a Milano

Salvatore Barbatano e Marco Sollini
Salvatore Barbatano e Marco Sollini
di Fabio Brisighelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Giugno 2021, 09:53

ANCONA - Ne ha fatta, di strada, dalla partenza originaria dalla Chiesa di San Marco di Ponzano di Fermo, ove tutto è iniziato nel 2005, il Festival “Armonie della sera”, ideato e diretto dal pianista marchigiano Marco Sollini, che da lungo tempo lega la bellezza della musica alla suggestione dei luoghi deputati ad accoglierla.

 
Gli Amici del Loggione
Con la sua diciassettesima edizione presentata ieri a Milano, presso la sede degli Amici del Loggione del Teatro alla Scala, la bella manifestazione che dalle Marche si è estesa all’Italia affidando le sue note a location di charme, arricchisce la sua offerta estendendola a un numero di ben 28 concerti. Il cartellone è diviso in due periodi, che coincidono con l’estate e l’autunno, e si dipana dal 15 luglio al 18 dicembre. Territorialmente è dislocato in dieci regioni e in alcuni dei suoi luoghi più belli e “rievocativi”, quali la Venaria Reale di Torino, la Reggia di Caserta, il Colle dell’Infinito di Recanati, il Teatro Greco di Tindari, la chiesa di Sant’Ignazio di Loyola di Roma, la Palazzina di Caccia di Stupinigi, la Palazzina Liberty di Milano. Le sedi scelte per i concerti all’interno della nostra regione (che resta pur sempre il “cuore” dell’iniziativa), rappresentative di tutte le province, anche in questa edizione 2021 colgono la bellezza di posti come il citato Colle dell’Infinito, il Castello della Rancia di Tolentino, la Piazza Castello di Moresco, il sagrato della ricordata Chiesa di San Marco a Ponzano di Fermo; ed ancora il Teatro Serpente Aureo di Offida, il Teatro Velluti di Corridonia, la Chiesa di Santa Maria della Piazza di Ancona, l’Anfiteatro del Parco Miralfiore di Pesaro, la Rocca Tiepolo di Porto San Giorgio, il Palazzo Pianetti di Jesi e l’incantevole santuario della Madonna dell’Ambro a Montefortino. Il ricco cartellone estivo e autunnale vede come protagonisti artisti di ottimo livello, di acclarata fama, che si affiancano a una presenza ricorrente, in numerosi appuntamenti, dello stesso Sollini, che nell’occasione debutta anche come compositore (in tre serate: a Torino, Recanati e Roma) e del suo sodale pianistico Salvatore Barbatano: tra gli altri, il pianista Boris Petrushansky, il violinista Massimo Quarta, il clarinettista Fabrizio Meloni, il pianista Philippe Entremont, il violoncellista Luca Pincini, il flautista Maxence Larrieu, la pianista Glida Buttà, il percussionista Simone Rubino; e ancora I Filarmonici di Busseto, la Young Musicians European Orchestra diretta da Paolo Olmi e le voci recitanti di Francesco Castiglione, Fabio Testi e Pamela Villoresi.
La partnership
La diffusione dei concerti trova linfa d’ascolto anche nella rinnovata partnership con Rai Radio3 e in quella nuova avviata con la casa discografica italiana Da Vinci Publishing. La stimolante avventura in musica di “Armonie della sera” prende il via nella sua serie estiva il 15 di luglio presso il Salone dei Ricevimenti di Palazzo Madama a Torino, per poi articolarsi in una fitta sequenza di appuntamenti marchigiani nel mese di agosto tra Ponzano di Fermo e Recanati, Pesaro, Moresco e Ancona, Jesi, Offida e Montefortino, Porto San Giorgio e Tolentino; e per concludersi, il 16 settembre, nella Palazzina di Caccia di Stupinigi (nel comune di Nichelino). La serie autunnale del Festival, che prende il via il 23 di settembre, con l’eccezione della sede marchigiana di Corridonia (Teatro Velluti), è incentrata su location di pregio a livello nazionale. Avremo occasione di ritornarci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA