L'aceto è utile non solo in cucina ma anche per salute e bellezza, ecco come usarlo

Mercoledì 7 Aprile 2021 di Veronique Angeletti
Una donna utilizza l'aceto per la pelle del viso

ANCONA - Limitarsi a usare l’aceto nell’insalata o per conservare i cibi è davvero molto riduttivo. Equivale a dimenticarsi che si tratta di un rimedio naturale per la salute, la bellezza ed è perfetto per le pulizie di casa. Poi, considerando che è un prodotto davvero a basso costo, fa bene alla fine pure al conto in banca.
Che l’aceto sia un ottimo alleato per la bellezza, è noto da secoli. I 200 aceti di Antoine-Claude Maille (il fondatore nel 1740 del marchio oggi legato alla senape francese) hanno scritto parte della storia della cosmesi. E se l’odore pungente è un problema non ci sono scuse, basta provare con l’aceto di mele, validissimo sostituto dell’aceto di vino.

 

 

Da provare, innanzitutto sulla pelle. Una soluzione fatta con 2 cucchiai di aceto in una tazza di camomilla, applicata con un batuffolo di cotone, è un perfetto tonico per il viso. Mentre se la soluzione è usata con le mani bagnate per massaggiare il corpo stimola la corretta circolazione del sangue. Massaggio che ha anche un effetto positivo sulla cellulite ma più di tutto riduce il senso di gonfiore delle gambe. Opportunamente diluito, l’aceto agisce anche da sebo regolatore. Essendo un acido riesce a bilanciare il pH troppo basico delle pelli grasse e a tendenza acneica. Ed è anche molto utile per chi ha bisogno di potenziare il solito “deodorante”. Mentre si è sotto la doccia, passare sotto le ascelle qualche goccia di aceto.
Sui capelli fa meraviglie. Aggiungere 2 cucchiai di aceto in 1 litro d’acqua dopo lo shampoo e prima dell’ultimo risciacquo per regalare lucentezza ai capelli. Mentre chi ha i capelli grassi, non deve diluirlo ma usare direttamente sul cuoio capelluto un bicchiere d’aceto. Abbondare però dopo con i risciacqui. A proposito, l’aceto (e il petrolio) aiutava una volta le nostre nonne a liberare la famiglia dai pidocchi. L’aceto è anche ottimo per la salute. Ad esempio, 2 o 3 cucchiai di aceto in una pentola di acqua bollente consentono di fare un bagno di vapore per dare sollievo a chi soffre di raffreddore. Per calmare il mal di gola, mescolare aceto di mele con il sale in un bicchiere di acqua tiepido e fare dei gargarismi. Puro, l’aceto è ottimo per far passare il prurito e i fastidi dell’herpes facciale o addirittura aiuta a combattere le micosi sui piedi. Avvolgere il punto interessato dal fungo con un foglio di carta da cucina o un tovagliolo imbevuto di aceto e ripetere spesso il trattamento.
In caso di mal di pancia se non si hanno farmaci anti-diarroici ingerire un po’ di aceto. La pectina farà effetto in un modo naturale. Tra l’altro ingerire 1 cucchiaio di aceto di mele aiuta in caso di reflusso, blocca l’eccesso di lievito all’origine di disturbi come la candida ed aiuta l’organismo ad assorbire il calcio. Un plus per prevenire l’osteoporosi. Infine, inserire dell’aceto nella dieta alcalinizza le urine e dunque aiuta a prevenire la formazione di calcoli renali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA