Amici 21, Luigi Strangis in lacrime per la malattia: «Per il diabete non posso cedere alle emozioni». I genitori: «Necessario un apparecchio»

Mercoledì 20 Aprile 2022
Luigi Strangis e il diabete: «Per stare bene deve portare un apparecchio». La confessione dei genitori

I riflettori di Amici 21 sono puntati su Luigi Strangis: protagonsta induscusso di questa edizione del talent di Maria De Filippi, il cantante ha conquistato da subito il pubblico per la sua tenacia e il suo talento. Di lui si sono innamorati non solo i telespettatori ma anche Carola Puddu, ultima eliminata del programma. Al suo ingresso nella scuola una scheda di presentazione letta dalla moglie di Maurizio Costanzo che diceva molto:

«Si definisce testardo, disordinato, competitivo sulla musica. Mi fa arrabbiare chi non mi rispetta, chi non rispetta gli altri, chi non mi ascolta e chi mi comanda. Per me cantare significa non pensare. Non ho mai studiato canto. Scrivo e arrangio tutto da solo».

LEGGI ANCHE 

Amici 21, la confidenza choc del cantante Luigi Strangis a Rudy Zerbi: «Sono malato»

Luigi Strangis, la preoccupazione dei suoi genitori

Luigi ha il fascino tenebroso dell'artista che è tutto da scoprire. Un talento dalla nascita, Strangis ha iniziato a fare musica da piccolissimo. A sei anni la sua prima chitarra e poi il diploma al liceo musicale. Le note lo hanno accompagnato per tutta la crescita e ora il cantante spera che la sua passione possa diventare una professione. I genitori sono felici ma anche preoccupati per le insidie che il mondo dello spettacolo può nascondere. lo hanno detto Emanuele e Lara, mamma e papò di Luigi, al settimanale Di Più.

 

La scoperta del diabete

Ma la preoccupazione dei genitori di Luigi non è solo per il futuro lavorativo del ragazzo quanto per le sue condizioni di salute. Il cantate soffre infatti di una malattia e Emanuele e Laura hanno fatto rivelazioni importanti. Dal 2016 infatti l'allievo di Amici deve fare i conti con il diabete. In quell'anno Luigi continuava a dimagrire nonostante mangiasse molto, per questo i genitori del 15enne (all'epoca) hanno cominciato a fare dei controlli approfonditi. Poi la scoperta della patologia e le cure costanti:

«Ora per stare bene porta sulla pelle un piccolo apparecchio che gli inietta automaticamente l’insulina ogni volta che ne rileva il bisogno». Quell'apparecchio che inizialmente l'artista non voleva accettare ora lo fa vivere serenamente perchè l'insulina rimane sempre sotto controllo.

 

Il racconto del cantante a Maria de Filippi

Aveva accennato alla problematica nella casetta Luigi, ma poi tutta la sua fragilità è venuta fuori di fronte a Maria De Filippi in una conversazione semplice e privata. «Devo gestire le emozioni e ho imparato a farlo - ha confessato -. L'adrenalina come la stanchezza, il pianto e la gioia. Perché provarle influisce sul livello di zuccheri nel sangue, dunque tocca tenerle a bada»Niente di semplice per nessuno, ancor meno per un giovane. Eppure Luigi ha trovato il proprio modo di vivere le cose, la sua normalità. «A volte le lacrime sono una valvola, altre volte per sfogarmi fumo (ma è meglio la prima, lo so). Le mani sono il mio indicatore, è da lì che capisco che qualcosa non va. Poi ciascuno la gestisce a modo proprio. Personalmente ripeto il mio mantra, mi dico che in fondo c'è di peggio nella vita e questo mi consente di riportare le cose entro un certo margine. Non funziona sempre, certo, ma è comunque il mio rifugio, la mia insulina». Ha trovato il suo nuovo equilibrio Luigi ma poi capita pure che durante le puntate, prima o dopo un'esibizione, in mezzo ai complimenti o alle critiche, serva una "dose" di zucchero per ristabilire i livelli. «E per quello ci sono le bustine, per quello ho imparato a chiedere. Perché non c'è niente di male a chiedere aiuto. Ad accettarlo».

 

Riaffiorano alla mente quindi le accuse di menefreghismo che in passato Luigi ha dovuto sentire. La verità è il giovane deve solo monitorare rabbia e altre fonti di stress per non aggravare la situazione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA