Amanda Sandrelli: «Ho perso un bimbo e rischiato di morire, i miei due figli sono un miracolo»

Dall'infanzia a oggi, l'attrice si racconta

Amanda Sandrelli: «Ho perso un bimbo e rischiato di morire, i miei due figli sono un miracolo»
Amanda Sandrelli: «Ho perso un bimbo e rischiato di morire, i miei due figli sono un miracolo»
3 Minuti di Lettura
Sabato 29 Gennaio 2022, 21:23

Amanda Sandrelli, l'attrice figlia di Gino Paoli e Stefania Sandrelli si racconta. Ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, l'attrice si racconta e non rinuncia ad affrontare momenti dolorosi della propria vita.

Parlando dei genitori, Amanda Sandrelli ha spiegato: «Mia mamma mi ha avuto giovanissima ed è ancora giovane, papà è abbastanza avanti con gli anni ma lo ricordo sempre uguale. Mia madre mi ha insegnato l'umorismo e ad essere sorridente e solare, mio padre il senso della leggerezza e della libertà. Il rapporto con mio padre non sempre è stato facile, ma cercare colpe non serve e non mi è mai interessato. Oggi ho un rapporto splendido con entrambi e anche io cerco di essere una mamma libera, mai dura».

Amanda Sandrelli è mamma di due figli, Rocco e Francisco. Ma diventare madre per lei non è stato facile. «Ero sposata da un anno quando aspettavo il mio primo figlio, ma ho avuto un aborto per una gravidanza extrauterina intramurale, che invece di interrompersi va avanti, nel mio caso fino ai quattro mesi e mezzo. Era una gravidanza molto desiderata e avanzata, in quell'occasione ho rischiato anche di morire» - spiega l'attrice - «Ho vissuto un'esperienza durissima, compresa la lunga convalescenza. Il mio utero è un po' malandato, rischiavo di non avere figli e invece ne ho avuti due: li considero un vero e proprio miracolo».

Nella vita di Amanda Sandrelli ci sono poi altri momenti dolorosi: dalla malattia alla separazione dal marito Blas Roca-Rey. «Quando ho saputo di avere il cancro, ho pensato subito di essere destinata a morire. Con Blas e mio fratello mi condifai subito, a mia madre e mio padre ho preferito dirlo quando ho avuto chiaro quello che mi attendeva» - spiega ancora l'attrice - «L'amore con Blas è nato a teatro, sono stati 20 anni incredibili, un amore con la A maiuscola. Io non mi sarei mai separata, sarei rimasta con lui per tutta la vita, è stato lui a decidere. Ma bisogna essere in due e lui non ci riusciva più, ma ci si può innamorare anche dopo i 50 anni, come un amore adolescenziale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA