Addio Rai, il Festival di Sanremo cambia canale? Il sindaco: «Loro ci danno 5 milioni, se altri ne offrono 15 valuteremmo»

E spunta l'ipotesi Mediaset

Addio Rai, il Festival di Sanremo cambia canale? Il sindaco: «Loro ci danno 5 milioni, se altri ne offrono 15 valuteremmo»
Addio Rai, il Festival di Sanremo cambia canale? Il sindaco: «Loro ci danno 5 milioni, se altri ne offrono 15 valuteremmo»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Ottobre 2022, 20:41

La sentenza del Tar ha chiarito che il marchio Sanremo, la kermesse canora più amata d'Italia, è di proprietà del Comune di Sanremo, che ogni anno lo cede in gestione alla Rai. Tuttavia, in quanto ente pubblico, il Comune ligure dovrebbe fare un bando aperto a tutti per decidere a chi assegnare la kermesse.

Il Festival di Sanremo cambia canale?

Sul caso è intervenuto l'inviato di Striscia La Notizia Pinuccio, che nella sua inchiesta satirica ha rimarcato come non sia affatto scontato che Sanremo resti un'esclusiva della Rai anche in futuro. Nella puntata di Striscia la Notizia, in onda ieri sera, mercoledì 12 ottobre, Pinuccio ha parlato con il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, il quale ha fatto sapere che se fosse appurato che il Festival di Sanremo debba essere assegnato tramite un bando, lui si atterrebbe alle regole:

«Da parte nostra in questi anni non c’è stata la volontà o l’esigenza di andare a bando, anche perché si tratta di una convenzione che ormai è frutto di un lavoro lunghissimo – spiega il sindaco –.

Che io sappia a oggi non c'è un obbligo di questo passaggio. Se cambierà qualcosa è ovvio che il comune di Sanremo rispetterà le regole».

A questo punto l'inviato del tg satirico ha chiesto a quanto ammonti la somma percepita dal COmune di Sanremo e Bianchieri ha replicato: «Quello che ci dà la Rai si aggira intorno ai 5 milioni di euro, quest'anno è sceso forse di 200 mila euro, sui 4 milioni e ottocento. Cosa faremmo a fronte della richiesta di un’altra emittente che ci propone il triplo delle risorse? Sicuramente si faranno delle valutazioni». E a questo punto non è esclusa l'ipotesi che in futuro vedremo un Sanremo targato Mediaset.

© RIPRODUZIONE RISERVATA