Lemme: "La donna è falsa e bugiarda
e la dieta mediterranea fa male..."

Domenica 3 Aprile 2016 di Valeria Arnaldi
Alberico Lemme

ROMA -  “Ho incontrato il signor Lemme fuori dal camerino. Educatamente gli ho detto: Buonasera signor Lemme. E lui mi ha risposto: buonasera cicciona. Io non sono magra ma mentre io ho la possibilità di cambiare peso quando voglio, lei rimane uno str…. Sempre”.

È Manuela Villa stavolta a tentare di replicare alle provocazioni del bioscultore Alberico Lemme, tornato in studio a Domenica Live, dopo le polemiche dell’ultima puntata per il suo modo di parlare alle donne. E delle donne.

“Nel Dna, la donna è falsa e bugiarda”, è una delle prime provocazioni di Lemme, che ribadisce “ciccione” sia Manuela Villa, presente in studio, che Nadia Rinaldi, in videocollegamento.

“Tu devi affrontare la tua sessualità perché altrimenti non odieresti le donne in questo modo", gli dice Karina Cascella.

Lemme ha portato le sue “prove” in studio: tre cadetti, come chiama le persone che si sottopongono alla sua dieta, raccontano le loro storie di perdita di peso. A fronte delle tre persone soddisfatte, Barbara D’Urso manda in onda la testimonianza di un ex cadetto che sarebbe, invece, stato male dopo la dieta.
Max Cavallari dei Fichi d’India, in studio, sostiene di aver seguito la dieta di Lemme  e di averne tratto beneficio. “Io mangiavo le braciole di maiale entro le 9 del mattino, fino a nove chili. Io sono dimagrito, mi sentito bene in forma, mai avuto nulla”.

Netto il commento di Alessandro Cecchi Paone: “Tu come tutti i suoi cadetti perdete liquidi, che dopo la presunta dieta riacquisite. Perdete tempo e soldi e correte rischi. La salute crea un certo tipo di peso e il peso crea un certo tipo di salute. Io mi auguro che l’ordine dei farmacisti intervenga. E anche quello dei medici e degli psicologi. Il problema non è lui, sono quelli che ci vanno”.

Il Comune di Desio però chiede la chiusura della sua Accademia. Perché? “Perché io sono la verità”, risponde Lemme.

Un video mostra le sue lezioni in Accademie. Lemme parla della naturale inferiorità della donna, cita clisteri di coca-cola, contesta l’utilità della chemioterapia per sconfiggere i tumori e afferma che la dieta mediterranea favorisce il tumore.

“È una cosa di una gravità senza fine - dice Cecchi Paone - qui c’è una serie di reati contro la salute”.

“È una lezione che io faccio di biochimica alimentare, informatevi e poi mi direte se è un reato o meno”, replica Lemme.

Barbara D’Urso gli dice: “Lemme hai un secondo per dire una caz….”. E l’appuntamento è alla prossima puntata. 

 

Ultimo aggiornamento: 19:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA