La Guglia d'Oro va ancora a Trieste. Trionfa per la terza volta “L'Armonia”

Martedì 3 Dicembre 2019
La compagnia friulana
AGUGLIANO - L’edizione 2019 del Festival nazionale di Teatro dialettale Premio “La Guglia d’Oro” ha visto il trionfo della Compagnia “L’Armonia” di Trieste con “Una mentina?” che si aggiudica il massimo riconoscimento per la terza volta (2016, 2017 e 2019), in virtù anche di una ricerca accurata dei testi da portare in scena, capaci di arrivare dritti al pubblico anche perché sempre molto ben interpretati dagli attori e ben orchestrati dal regista Riccardo Fortuna. La premiazione si è svolta nel corso di una cerimonia domenica 1° dicembre a partire dalle ore 18, presso la sala consiliare del Comune di Agugliano alla presenza dei rappresentanti di tutte le Compagnie partecipanti, delle giurie, del sindaco Thomas Braconi e dell’assessore alla Cultura Silvana Salati e con la partecipazione di un attento pubblico che nel corso di tutto il Festival ha avuto la possibilità di votare il proprio lavoro preferito, scegliendo “La Cricca” di Taranto che ha rappresentato “Alla ricerca di Eveline”.
Anche la Giuria dei Giovani ha assegnato il suo premio, andato alla Compagnia “La Bottega dei RebArdò”, in scena con un lavoro di Gianni Clementi, dal titolo “Sugo Finto”. Questi gli altri premi: miglior attore protagonista Paolo Dalfovo della Compagnia L’Armonia di Trieste; miglior attrice protagonista Antonella Rebecchi della Bottega dei RebArdò di Roma; miglior regista Vincenzo Russo della Compagnia 30Allora di Casagiove; miglior scenografia “Alla ricerca di Eveline” della Compagnia La Cricca; miglior attore non protagonista Marco Mazzuccato della TeatroTergola di Vigonza; miglior attrice non protagonista Rita Solimeno della Compagnia 30Allora di Casagiove; premio speciale delle Giurie a Fabrizio Cinque -della Compagnia 30Allora di Casagiove; premio agli attori più giovani ad Alessia ed Edward Borsan della TeatroTergola di Vigonza. © RIPRODUZIONE RISERVATA