Agorà, Luisella Costamagna riceve i fiori dai colleghi ma il fuorionda la tradisce: «Li odio»

Sabato 26 Giugno 2021
Agorà, Luisella Costamagna riceve i fiori dai colleghi ma il fuorionda la tradisce: «Li odio»

Luisella Costamagna, conduttrice di Agorà, ha ricevuto dai colleghi un mazzo di fiori per il finale di stagione della trasmissione. «Questi sono i fiori di tutti, grazie davvero da parte di tutti noi», la omaggia un collega. E lei scherza: «Guardate che torno!»​.

Baci, abbracci e ringraziamenti sul finale. Ma la reazione non è stata quella attesa. «Non li sopporto», ha detto in diretta. «Io odio i fiori», ha aggiunto appena dopo la fine della trasmissione, venendo pizzicata ancora dai microfoni.

 

Costamagna, il passaggio di testimone

Roberto Vicaretti, che ha archiviato la parentesi breve di Titolo V (trasmissione del prime time di Rai 3 che non ha brillato per ascolti), ritorna al timone della versione estiva di Agorà in partenza lunedì 28 giugno dopo la sua prima volta di un anno fa. Fa il suo ingresso in studio con in mano un ingombrante pianta di fiori con tanto di vaso per la conduttrice: “E’ passato un anno ed ha fatto la variante, come il virus” scherza sul sottofondo delle risate in studio: “L’hai uccisa, non è sopravvissuta.” risponde lei.

La Costamagna sta al gioco e dal suo tavolino di conduzione tira fuori delle chiavi: “Le chiavi dello studio. Quindi appena hai finito la puntata spegni le luci, chiudi il gas e dai da mangiare agli animali“. Il passaggio di testimone è compiuto dopo 200 puntate: “Sono state un viaggio che non sarebbe stato possibile senza persone preziosissime“. Elenca il gruppo di lavoro, tutto: dagli autori alla produzione, fino alla squadra tecnica e la direzione di rete. Il regalo, però, non lo hanno azzeccato. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA