​Buona la prima per Raf a Fabriano
Un successo la data zero

​Buona la prima per Raf a Fabriano Un successo la data zero
di Saverio Spadavecchia
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Aprile 2015, 19:08 - Ultimo aggiornamento: 21:59

FABRIANO - Raf torna ad abbracciare il pubblico fabrianese con la "data zero" del nuovo live "Sono Io". Due ore intense, costruite intorno ad una carriera che ha da poco superato i trent'anni. Un tour per presentare anche una manciata di canzoni dell'imminente album "Sono io", anticipato dal fortunatissimo singolo sanremese "Come una favola".

Dopo la sfortunata bronchite che aveva colpito Raf durante l'ultimo festival di Sanremo, il cantautore si è presentato ai fan fabrianesi in perfette condizioni: voce sicura e grande capacità di dialogo con il pubblico venuto da ogni parte delle Marche. Già dalle prime canzoni Raf sceglie subito di incendiare il pubblico, piazzando in apertura le hit "Il battito animale" e "Due" accolte, come il cantautore, da un vero e proprio boato.

Un palco semplice ed una band "agile": batteria, tastiere, basso o chitarra per riproporre classici (leggermente riarrangiati in veste moderna) di una carriera decollata da solista nel 1984. "Dimentica", "Sei la più bella del mondo" e tutti gli altri pezzi storici non hanno tolto spazio alla title track del nuovo album (annunciato per il prossimo 30 giugno) "Sono io" e alla sanremese "Come una favola". Un concerto vissuto con emozione dal cantautore d'origine pugliese, tra la tensione degli ultimi dettagli da limare prima del tour ed il piacere di tornare nella città della carta dopo 12 anni.

Grande sorpresa con l'omaggio ai 70 anni della Liberazione con l'esecuzione di "Bella Ciao" dopo la richiesta fatta da una fan, che durante una delle canzoni precedenti si era avvicinata al palco del Gentile. Una canzone di libertà, una canzone che parla di tutte le libertà secondo Raf, una canzone che dovrebbe rappresentare tutti. Dopo la sopresa di "Bella Ciao", Raf riprende a macinare note, avvicinadosi al termine del live con "Inevitabile follia" e "Stai con me". Finale ad effetto con "Infinito" ed il pubblico sul maxischermo grazie allo smartphone del cantautore collegato alla regia digitale dello spettacolo. Applausi, tante strette di mano ed una promessa: "Torneremo qui, ma la prossima volta non sarà una nuova data zero!".

Il giro d'Italia di Raf che, dopo il debutto di sabato nella città della carta, si svilupperà lungo tutto lo stivale a partire da martedì, quando debutterà all'OBIhall di Firenze per poi toccare l'Alcatraz di Milano il 29 aprile, l'Atlantico di Roma il prossimo 15 maggio ed il Gran Teatro Geox di Padova la settimana successiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA