E' giunto il momento di Jovanotti:
«Capodanno a giugno». I vincitori

E' giunta l'ora di Jovanotti
«Un Capodanno a giugno»
L'elenco dei vincitori
di Franco Gigante
È il giorno di Jovanotti, anzi i giorni: oggi e domani, poi lunedì il cantautore sarà con tutta la sua carovana al Pala Prometeo di Ancona. Le prime due date già sold out da tempo, ultimi tagliandi per lunedì. Saranno, dunque in tanti, compresi i 20 nostri lettori che andranno a vedere “Lorenzo live 2018”.

Sarà una grande festa
«Vi assicuro, sarà una grande festa: la più incredibile di tutti i miei concerti», dice Jovanotti. Lo show ha già entusiasmato più di 300 mila persone e ha già totalizzato una cinquantina di serate sold out: lo spettacolo comincia appena si entra nel palas: 13 grandi lampadari trasformano lo spazio in un vero e proprio salone delle feste mentre le note dell’Ouverture del Guglielmo Tell di Rossini accompagnano il pubblico a prendere posto. «Mi rendo conto di essere nel cuore di un tour incredibile, ogni sera spremiamo il palasport come un arancia e ci beviamo il succo tutti insieme – ha detto l’artista – Io un’atmosfera così non l’ho mai vissuta in nessun concerto a cui sono stato, sia sul palco che come spettatore. Un ritorno ad Ancona che ho sempre nel cuore. Da qui ho avuto anche delle date zero memorabili».

La scaletta
Si parte con “Ti porto via con me”, il brano che chiudeva il tour nei palasport 2015, che è partito proprio da Ancona, e che, questa volta, apre lo show più tirato e avventuroso che Lorenzo abbia mai pensato. “Le canzoni”, il secondo brano tratto da “Oh, vita”, l’album triplo platino uscito lo scorso primo dicembre, è anche il secondo brano dello show. La scaletta è serratissima: si balla dall’inizio alla fine. Trenta canzoni, scenografie, luci e sorprese pensate ad hoc per ognuna delle hit della scaletta, con al centro un momento dj set di Lorenzo in console che ne raggruppa un’altra decina che cambiano ogni sera.

La super band
In scena con Lorenzo ci sono l’ascolano Saturnino (basso), Riccardo Onori (chitarra), Christian Rigano (tastiere e synth), Franco Santarnecchi (piano e fisarmonica), Gareth Brown (batteria), Leo Di Angilla (percussioni), Gianluca Petrella (trombone), Jordan MC Lean (tromba) e Matthew Bauder (sax). «Il cuore di tutto è naturalmente la musica, le mie canzoni in questa sequenza pensata come un unico flusso in tre atti, più i bis – ha sottolineato Jova – Non ho mai avuto una band in stato di grazia come stavolta, con una grande nuova sezione fiati e i miei musicisti, collaboratori di sempre, ancora più a fuoco. Chiedo molto alla mia band perché in questo concerto le atmosfere cambiano di continuo e per un musicista si tratta di spingere sempre al massimo e sempre in modo diverso. La spina dorsale dello show è la musica e il viaggio di passare dalle atmosfere acustiche all’hip hop al dancehall alla disco al rock’n’roll senza fermarsi mai. Rispetto ai miei show degli ultimi dieci anni qui c’è un cambio di direzione verso un’idea più decostruita del concerto, più libera da qualsiasi schema, è un tour all’insegna della mia idea di rock’n’roll show».

La scenografia
I 13 lampadari ideati da Lorenzo e 120 macchine laser, 312 lampadine, 400 corpi illuminanti costituiscono il parco luci di “Lorenzo live 2018”, magistralmente orchestrate da Paul Normandale, light designer tra gli altri di Coldplay, Björk, James Blunt, Shakira, Kings of Lion, Massive Attack. «Il lavoro fatto sulle luci da Paul Normandale è meraviglioso e funziona insieme ai visual in modo assolutamente complementare – ha spiegato Lorenzo – Il progetto visual di questo tour è nuovo, tutto sempre in funzione dell’emozione pura per far vivere una vera esperienza fisica a chi sta nel palasport. Non è un concerto a cui si assiste, è un concerto da vivere dal di dentro, in modo totale, a partire dall’ingresso nel palasport, l’atmosfera è già lì ad accogliere chi arriverà, nella musica in diffusione selezionata apposta, nella presenza folle del “Mago Lorè”, con i grandi lampadari già accesi. Quest’anno vi abbiamo messo in piedi un circo coi fiocchi, un mio amico mi ha detto: oh, sto spettacolo è un veglione. Ecco, ho pensato, in effetti è un po’ un veglione, è quello che volevo, un veglione di questo millennio, in cui decidiamo che non ci servono le feste comandate per celebrare un passaggio, possiamo decidere che un giorno di giugno ad Ancona è un personalissimo Capodanno per chi è al PalaPrometeo. Vi piace così? A me sì. Ci divertiremo un sacco».



Un boom di tagliandi e storie da raccontare
Eccoli i magnifici dieci che insieme a un accompagnatore saranno nostri ospiti del concerto di lunedì 4 giugno al Pala Prometeo di Ancona. Anche questa volta l’iniziativa della raccolta dei coupon ha ottenuto un successo incredibile superando quella già ben riuscita di Morandi. Alla fine la nostra segreteria ha conteggiato 6.921 tagliandi. C’è chi purtroppo non ha compreso che non c’è nessuna estrazione e ha mandato singoli tagliandi in buste separate, ma che ha compreso bene come funziona il meccanismo e ha aspettato gli ultimi giorni per inviare un pacchetto con ben 347 coupon. Tenera la busta di Sergio che voleva fare un regalo alla moglie per il 46° anniversario delle nozze e quella di Alessio che voleva mantenere la media di due concerti all’anno e non aveva i soldi per andare, oppure di Lorenzo che voleva portare la sua amata Susanna Maria. Putroppo, il numero dei tagliandi era decisamente al di sotto dell’ultimo arrivato con 121 tagliandi. Infine, citiamo con soddisfazione che Jovanotti ha raccolto l’appello per un video messaggio di incoraggiamento alla giovane Lisa per una prossima delicata operazione chiesto con una lettera aperta inviata dalla mamma ai mass media.

Bus navetta e ultimi ticket
In occasione dei concerti di Lorenzo Jovanotti Cherubini sarà istituito un servizio di Bus navetta dalla Stazione FS al PalaPrometeo Estra con fermate intermedie in piazza Ugo Bassi e Tavernelle -capolinea 1/4. Nei tre giorni (oggi, domani e lunedì) partenza dalla stazione 19, seconda partenza dalla stazione ore 19,30 ritorno dal piazzale antistante il PalaPrometeo direzione Tavernelle-Ugo Bassi-Stazione FS, al termine del concerto. La biglietteria del palas sarà aperta alle 17, mentre i cancelli alle 18,30. L’’inizio del concerto sarà alle 21 in punto. Per la data di lunedì ci sono ancora dei ticket in vendita. Attenti ai biglietti venduti da anonimi: possono essere falsi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 1 Giugno 2018, 13:00 - Ultimo aggiornamento: 01-06-2018 13:00

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO