Rotte commerciali o spedizioni
scientifiche: il mondo dalle navi cargo

Rotte commerciali
o spedizioni scientifiche:
il mondo dalle navi cargo
di Martina Marinangeli
Stanchi dei soliti viaggi all inclusive con animatori e balli di gruppo? C’è un’alternativa: basta accodarsi a spedizioni scientifiche o percorrere rotte commerciali a bordo di navi da cargo o treni merci, e il gioco è fatto. Un modo di muoversi affascinante e fuori dall’ordinario, che ha sempre colpito l’immaginazione dei viaggiatori più avventurosi e che vi farà capire fino in fondo il senso della frase dello scrittore T. S. Eliot «quello che conta è il percorso e non l’arrivo».



A bordo di navi cargo
La nuova frontiera del viaggio in mare. Non è la solita crociera con spettacoli e balli balli latino-americani, ma una modalità alternativa di vivere le rotte transoceaniche a ritmi lenti e rilassati. È la traversata a bordo di navi cargo e sono centinaia, in tutto il mondo, ad aver scelto di ospitare passeggeri lungo le loro tratte commerciali. Il vantaggio principale è la possibilità di fare un viaggio per mare in massima tranquillità, senza il trambusto e il chiasso di tutte quelle persone che normalmente affollano una nave da crociera, e il costo è molto più contenuto. Potrete scendere a terra durante gli scali previsti sulla rotta mercantile e le soste sono normalmente di un paio di giorni, ma variano molto a seconda delle esigenze.

Intorno al mondo
Viaggiare sulle navi da cargo può essere un’affascinante alternativa ai voli a lungo raggio o anche un’esperienza unica per chi ama spostarsi via mare, senza spendere cifre esorbitanti. In Italia, la compagnia di navigazione Grimaldi Lines offre questo servizio per diverse tratte commerciali nel mondo, ma sono molti i siti che sponsorizzano questa tipologia di viaggio che sta prendendo sempre più campo, come lo SlowTravel Experience. Qui potrete trovare diverse idee di viaggio, a partire dalla più ambiziosa, il viaggio intorno al mondo che vi porterà dall’Europa agli Stati Uniti, passando per Russia e Cina, a un costo a partire da 6.300 euro per 12 settimane di navigazione.

Viaggio estremo ai Poli
Se i viaggi alternativi sono il vostro pallino, potrete realizzare i vostri sogni estremi partecipando come volontari alle missioni scientifiche. Le spedizioni più famose sono forse quelle verso i poli, ma serve una preparazione ad hoc per riuscire a gestirle. Per i neofiti che intendano partire, a esempio, alla volta della base scientifica italiana Stazione Mario Zucchelli, nell’area di Terra Vittoria in Antartide, sono necessarie due settimane di addestramento, oltre alle visite mediche: la prima al centro Enea di Frosinone, dove vengono fornite le prime nozioni sul continente bianco, sulla vita in base e primo soccorso.

Sul Monte Bianco
Durante la seconda settimana, invece, nel centro addestramento alpino sul Monte Bianco, si fanno prove pratiche in un campo remoto, con escursioni sulla neve in cordata e scalata di rocce. Non sempre le spedizioni ai poli sono aperte ai turisti poiché spesso le basi non sono attrezzate ad accoglierli, ma se tenete d’occhio i bandi del centro Enea potreste essere tra le figure professionali richieste. Ricordate però che, anche in estate, in Antartide la temperatura scende fino a -20°: se non reggete il freddo, non fa per voi!
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoled├Č 18 Aprile 2018, 13:32 - Ultimo aggiornamento: 18-04-2018 13:32

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO