Da Passavia fino a Ratisbona
per sentirsi come degli imperatori

Da Passavia fino
a Ratisbona per sentirsi
come degli imperatori
di Martina Marinangeli
Un viaggio da re, per riscoprire il lato fiabesco e nobile della vacanza. Un tuffo nel passato, quando le donne erano dame e gli uomini messeri, e si viaggiava magari più lentamente, ma spesso con più stile. Ne sono prova le sontuose carrozze con cui si spostavano gli imperatori asburgici dell’Europa centrale o, in tempi più recenti, il lussuoso treno presidenziale portoghese, oggi trasformato in mezzo enogastronomico che vi accompagna tra le vaste colline di pregiati vitigni. Ma può anche significare indossare i panni del cavaliere medievale e immergersi in una delle gesta eroiche sulle orme di Re Artù, o semplicemente fare una lunga passeggiata a Roma, tra i fori imperiali con vista Colosseo, magari a bordo di una biga. A voi la scelta, purché sia da re.



Nel cuore dell’Europa imperiale
La strada dei Re e degli Imperatori, suggestivo tragitto che segue il corso del Danubio, parte da Ratisbona e arriva fino a Passavia e potrete percorrere i suoi 950 chilometri viaggiando come i monarchi di allora e visitando i maestosi edifici di cui è costellato il territorio. Circondati da un paesaggio da fiaba. la strada dei Re e degli Imperatori inizia nella Baviera orientale, per la precisione a Ratisbona, la città di oltre 2000 anni, oggi patrimonio Unesco. In passato, ospitò sovrani di rango come l’imperatore Carlo Magno e Federico Barbarossa e vanta ancora oggi perle architettoniche medievali come Castello di Thurn e Taxis, e la Cattedrale di San Pietro. Lungo il tragitto imperiale, vale la pena fermarsi anche davanti al monumento commemorativo di Walhalla, luogo di riposo dei guerrieri caduti nella mitologia nordica, che troneggia sopra la valle del Danubio. Un tour, quello lungo la strada dei re, che può essere percorso in bici o in auto, ma anche in barca, solcando le acque del bel Danubio blu.
Per chi invece fosse tipo da viaggio zaino in spalla dalla durata variabile, l’ideale è seguire le tracce del grande condottiero macedone Alessandro Magno, e rivivere la storia in un itinerario che tocca tre continenti. La partenza è in Grecia, cuore della cultura classica, a cui fa seguitto un pit stop in Turchia e poi rotta verso l’Egitto.

Sulle orme di Alessandro Magno
La tappa obbligata è ad Alessandria, città a lui intitolata e sede della maestosa biblioteca che porta il suo nome, per poi ripartire alla volta della Babilonia (ora al-Hilla, Iraq). Da qui si procede verso l’Iran per visitare le tomba di Ciro il Grande a Pasargade, così come aveva fatto Alessandro, e le rovine di Persepoli che raccontano la grandezza dell’impero persiano. Raggiungerete infine l’Himalaya, prima di approdare alla tappa finale localizzata in India. Un viaggio lungo e non per tutti, che attraversa anche zone non propriamente sicure, ma che può essere fatto selezionando solo le tappe che si preferiscono, in un tour fai da te da veri imperatori.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 6 Giugno 2018, 13:06 - Ultimo aggiornamento: 06-06-2018 13:06

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO