Le mani sempre sudate e il rossore
in volto si curano con una clip

Martedì 26 Giugno 2018 di Piero Lai
Mani sempre sudate e paura di arrossire in volto? All’ospedale San Gerardo di Monza questi due problemi possono essere risolti grazie a una clip, un “interruttore” in gradi di spegnerli. La struttura è infatti centro di riferimento nazionale per la cura dell’iperidrosi (sudorazione delle mani e delle ascelle) e dell’eritrofobia (chi arrossisce improvvisamente, senza controllo).

Legato al sistema nervoso
«Il problema è congenito e nasce nel sistema nervoso simpatico, che regola la sudorazione e scarica in modo eccessivo - spiega Marcello Costa Angeli, chirurgo toracico dell’Asst di Monza - L’unica pausa è durante il sonno. Ma durante il giorno la vita di questi pazienti è un incubo». E non sono poche le “vittime” di questi disturbi: in Italia lo 0,5% della popolazione ne soffre. Pazienti «orfani di terapia - sottolinea il chirurgo - perché davanti a queste malattie sociali in Italia c’è meno sensibilità che all’estero, e spesso il medico liquida il paziente con la diagnosi del più classico problema d’ansia. Così viene inviato dallo psicologo e dallo psichiatra. Ma l’approccio è assolutamente fallimentare». Per risolvere il problema, sottolineano gli esperti, «basta un piccolo intervento chirurgico in toracoscopia, tecnicamente semplice e veloce: 10 minuti in sala operatoria, due taglietti di un centimetro sotto l’ascella, dimissione nella stessa giornata».

Interrompere il segnale
«Le ghiandole producono sudore solo se i nervi inviano un segnale dal sistema nervoso simpatico toracico - prosegue Costa Angeli - Il mio compito è di interrompere questo segnale che passa attraverso un nervo che si trova nel torace, dietro il polmone e lungo la colonna vertebrale. Trovato il nervo, lo strozzo con una clip in titanio e il segnale non passa più». In pochi istanti le mani diventano calde e asciutte.

Le cicatrici sbiadiscono
«A seconda del punto in cui chiudo il nervo a clessidra - precisa il chirurgo - posso regolare la sudorazione delle mani e delle ascelle». Stessa tecnica per chi soffre di eritrofobia. Le cicatrici con il tempo sbiadiscono e assumono il colore della pelle fino a scomparire, e i pazienti tornano a una vita normale. © RIPRODUZIONE RISERVATA