Whisky e mostarda: con zaini
e bauletti la borsa 2018 è servita

Whisky e mostarda:
con zaini e bauletti
la borsa 2018 è servita
di Massimiliano Viti
Le borse per la prossima stagione autunno-inverno 2018-2019 sono state esposte al Mipel che si è svolto, contemporaneamente al Micam, a Milano Rho dall’11 al 14 febbraio. Dalla manifestazione sono stati individuati 4 macro trend: collectors, magical, neutro e aristo-craft. La prima tendenza è formata da oggetti senza tempo e da collezionare. Sono borse classiche, con volumi importanti, realizzate in materiali nobili, con finiture eleganti e dettagli moderni. I colori scelti sono armoniosi e classici e vanno dal whisky al mostarda, dal burgundy all’antracite.



Vintage e futuro
I modelli presi ad esempio sono la tote bag e le box bag che richiamano la selleria, con forme rigide e materiali spessorati. O ancora bauletti, secchielli, mini e midi realizzati con pellami super lisci in voga negli anni ‘70. Per l’uomo la classica borsa da dottore rivisitata in chiave contemporanea e i modelli sportivi a bauletto. Per lei anche i maxi borsoni realizzati in morbido coccodrillo e borse medie con tracollina realizzate con cavallino. Nella tendenza magical troviamo la magia del teatro in chiave future retro. Remix di forme moderne e vintage, borse da sera portate di giorno, l’abbinamento di materiali inusuali e inconsueti, stampe romantiche e divertenti, dal carattere forte ed estroverso. I colori sono viola, blu, fucsia, oro antico e rame bronzato. Le borse hanno la forma squadrata sia in versione rigida che morbida e presentano la stessa trama del cappotto, di ispirazione british. Altre borse sono goffrate, con decori intarsiati. Le mini bag hanno l’effetto broccato e decori metallici. O vengono realizzate con pellami laserati effetto macramè e pelliccia smooth col pelo di media lunghezza.



Linee rette
Di moda sarà la borsa squadrata decorata con un mix di shirling, peli di lana, pelliccia arricciata. Il trend neutro è quello dell’athleisure, che domina le passerelle. E’ la borsa essenziale, funzionale, comfort e performante. In essa si vede il movimento, l’atmosfera urbana, la sensazione post-moderna. Gli zaini hanno lo stile post anni 90: più eleganti, leggeri, morbidi ed imbottiti. Dettagli practical, design minimale, materiali tech, metalleria high tech con satinature speciali metalliche cangianti. Colori obscure metropolitani: antracite, grigio cromo, blu-verdi de-saturati, freddi polverosi e gommati. I pellami sono i nubuck resistenti alla pioggia con cui vengono realizzati maxi shopper e sacche zaino, anche con look prettamente sportivo. La borsa maxi tote è lucente ed è fatta per essere portata a spalla. Per l’uomo sono borselli e borsoni in nylon gabardine e zaini in neoprene molto funzionali.



Obiettivo comodità
Poi gli zaini realizzati in pvc che aspetto metallico e spesso decorati da grandi numeri. Ci sono anche le borse ad hoc per contenere l’ipad con stampa rettile. Infine, per la tendenza aristo-craft formata dalle borse adatte al viaggio: borse leggere, multitasche, shopper multifunzionale, trolley con pelo, tracolla con maniglia a mano. Borse a tracolla in nylon doppiati. Lo stile è essenziale, dettagli funzionali, materiali tech, pulizia delle finiture. I colori sono quelli caldi autunnali: marroni, deep orange, marmo, legno con accenti lime e salmone e military grey. Nel corso del Mipel è stata premiata un’azienda marchigiana, la Valentino Orlandi che alla Rinascente ha ricevuto il premio nel contest “Feel your rolling bag”, organizzato dalla fiera con il supporto di Ice Agenzia, in collaborazione con la rivista Rolling Stone Italia. L’azienda maceratese ha presentato una borsa realizzata in limited edition, una mini bag in pelle nera con dettagli rock style ricamati in fili oro, argento e rosso brillante. La tracolla è maxi, come dettano le tendenze new age, anch’essa decorata con grafismi luminosi che rubano i colori ai metalli. Una chitarra, un cuore, labbra rosse e una pioggia di stelle esprimono tutto il carattere irriverente e strong tipico della rivista.



Le novità
«Per la creazione della borsa ci siamo ispirate ai Rolling Stones il cui simbolo è proprio la bocca, che abbiamo rielaborato secondo il nostro gusto» ha detto Cristina Orlandi. «Abbiamo poi aggiunto alcuni dettagli come la chitarra, per trasferire ancor più il concetto di musica. Ci siamo davvero sbizzarriti con le lavorazioni e i ricami, che da sempre identificano la nostra azienda». Al Mipel ha partecipato anche il brand Anna Virgili con una collezione che ha riproposto e rivisitato i modelli iconici del brand con uno stile senza tempo. Accanto a loro hanno trovato spazio alcune novità: buste in pelle dal gusto rigoroso e raffinato, tote bag dalla forma allungata e minimalista, mini tracolline dai profili arrotondati. Anche il modello a sacca si rinnova, grazie agli inserti in camoscio e ai dettagli cromatici a contrasto, e infine la borsa a mano si aggiorna e si trasforma sposando linee trapezoidali di assoluta modernità.



L’ispirazione
Altro brand marchigiano presente al salone è stato Pashbag by L’Atelier du Sac che ha presentato una collezione che mescola ispirazioni diverse, creando texture variopinte da alternare ai modelli in tinta unita o bicolor. E proprio queste ultime, acquistano con la nuova stagione sempre maggior importanza. Essenziali e pulite nella loro monocromia, si fanno sfiziose e grintose grazie a dettagli e accessori: charm, tracolline e nappine dalle mille fantasie, e, per la prima volta, pon pon e manici in pelliccia, inserti in lana, in tessuto e in velluto, studs in metallo e moschettoni dall’allure rock. Grazie agli accessori intercambiabili, le borse si presentano diverse ogni giorno, in un gioco continuo di mix and match. E resta immancabile la pashmina coordinata, marchio di fabbrica del brand Pashbag.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 15 Febbraio 2018, 16:19 - Ultimo aggiornamento: 15-02-2018 16:19

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO