Pitti Uomo numero 94 a Firenze:
che show, arriva anche Cavalli

Pitti Uomo numero 94
a Firenze: che show
arriva anche Cavalli
di Maria Teresa Bianciardi
Conto alla rovescia per Pitti Uomo, con l’edizione n. 94 che si terrà alla Fortezza da Basso di Firenze dal 12 al 15 giugno, con la presentazione delle nuove collezioni di moda e lifestyle uomo per la primavera/estate 2019 all’insegna dello slogan «Fashion begins here!» Alla manifestazione internazionale di riferimento per il menswear e il lifestyle contemporaneo, saranno presenti 1.240 marchi, di cui 561 esteri (45% del totale). Saranno presentati progetti che interpretano in modo inedito l’universo outdoor, che ridefiniscono il lifestyle legato all’athleisure e valorizzano i makers da tutto il mondo. E ancora la new wave di talenti dal Nord Europa e la scena creativa dell’Europa dell’Est, gli stili all’avanguardia e le punte del design cutting-edge. Senza dimenticare l’eccellenza delle aziende del nuovo classico e i brand che rilanciano la modernità dello sportswear.



Le griffe protagoniste
Il Gruppo Roberto Cavalli sceglie Pitti Uomo come piattaforma per il lancio worldwide del suo nuovo progetto di moda maschile, con un evento speciale - mercoledì 13 giugno - realizzato nello stile distintivo della maison. Azienda dal respiro internazionale e una delle più importanti del lusso italiano nel mondo, Roberto Cavalli torna a sfilare nella sua città di origine con la prima collezione maschile firmata da Paul Surridge, nuovo direttore creativo di tutte le linee del gruppo. «Quella tra Pitti Immagine e Roberto Cavalli è una lunga storia d’amore - dice Raffaello Napoleone, Amministratore Delegato di Pitti Immagine - iniziata quasi vent’anni fa. La sfilata a Firenze, al prossimo Pitti Uomo, della prima collezione menswear firmata da Paul Surridge sancisce ulteriormente questo legame, con noi di Pitti e con la città. È il ritorno di uno dei campioni dell’Italian style per sottolineare il nuovo corso del brand, guidato dal talento stilistico del nuovo direttore creativo».



Il creativo
Focalizzandosi su un’estetica precisa in cui silhouette donanti, materiali eccezionali e lavorazioni speciali contribuiscono a definire un’immagine lussuosa e sofisticata, Paul Surridge infonde nel marchio Roberto Cavalli un’energia dinamica e urbana. Un nuovo daywear versatile ed elegante prende il sopravvento nelle collezioni femminili e maschili in cui fantasia, sartorialità e funzionalità si combinano in creazioni dallo spirito moderno e raffinato. Gli accessori, che esaltano la tradizionale raffinatezza manifatturiera del marchio, mixano un gusto artigianale con un’estetica ispirata al design contemporaneo.

L’esordio
A sfilare in passerella - giovedì 14 giugno, per la prima volta al di fuori del Giappone - sarà Bed j.w. Ford, label fondata nel 2010 dal designer Shinpei Yamagishi e diventata celebre per il suo concept innovativo di menswear che mixa sartoriale, design e layering. Shinpei Yamagishi - alle spalle un background accademico non tradizionale, con una formazione da autodidatta e un’esperienza forgiata sul campo - si è aggiudicato il prestigioso Tokyo Fashion Award nell’ottobre 2016 e da allora presenta le sue collezioni durante le settimane della moda maschile di Parigi e di Tokyo. La sua label Bed j.w. Ford trae ispirazione dalla bellezza e dalla fragilità del quotidiano, riflettendo il personale rapportarsi dello stilista con l’essenza transitoria di spazi, suoni ed oggetti. Il suo è uno stile influenzato dallo street ma che rifugge dalle etichette, costruito su un attento bilanciamento tra formale e casual, maschile e femminile, ruvido e impalpabile, il tutto passato al filtro della visione di Yamagishi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 31 Maggio 2018, 12:15 - Ultimo aggiornamento: 31-05-2018 12:15

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO