Modaioli fin da piccoli: quante dritte
a Pitti Bimbo che guarda agli anni '50

Modaioli fin da piccoli:
quante dritte a Pitti Bimbo
che guarda agli anni '50
di Maria Teresa Bianciardi
Pitti Bimbo 87, il salone internazionale di riferimento per la moda for kids, ha ospitato 572 collezioni, di cui 351 provenienti dall’estero, con 160 tra nomi nuovi e rientri. Oltre 5.300 compratori. e un totale di 10.000 visitatori sono stati registrati all’ultima edizione estiva. Stagione dopo stagione, il salone è ormai un universo sempre più completo, dai brand che fanno della ricerca e del design la loro cifra stilistica, accanto ai nomi che appartengono al mondo del classico e alle grandi griffe, che scelgono Pitti Bimbo per presentare progetti inediti o lanci globali. Stilisti e brand affermati, la vocazione sartoriale di Apartment, la sostenibilità come bandiera di Ecoethic, il taglio dinamico di Sport Generation, l’anima urban di Superstreet, la dimensione atletico-metropolitana della sezione #Activelab, il mix fra ricerca e sperimentazione di KidzFizz, il lifestyle di Fancy Room, l’incubatrice di marchi piccoli, ma grandi per contenuti di The Nest.



L’evento
E ancora gli Editorials che raccontano, ogni volta in modo diverso, attraverso oggetti, curiosità, accessori, elementi d’arredo, due trend complementari al guardaroba. Chicco ha scelto Pitti Bimbo per celebrare il suo sessantesimo anniversario con una mostra-evento per parlare di chi e a chi è cresciuto insieme al brand. Un legame di affetti e di emozioni che riaffiorano grazie all’esposizione di oggetti che hanno fatto la storia di Chicco ma anche e soprattutto di moltissime persone. Un viaggio nell’infanzia di ieri, di oggi e di domani: i Millennials, la Generazione X e la Y, i nativi digitali e i Baby Boomers degli anni ‘50, generazioni lontane ma tutte unite nella Generazione Chicco, titolo della mostra stessa. In occasione di questa edizione, Chicco ha presentato la collezione abbigliamento e scarpine Primavera Estate 2019, rinnovando la sua presenza in una vetrina importante come questa, dedicata al childrenswear e non solo. La collezione Chicco primavera-estate 2019 nasce con questo spirito e si ispira al messaggio «Liberi di fare i bambini», che celebra proprio l’autenticità dei bambini. La loro irrefrenabile vitalità e il loro incontenibile entusiasmo sono, infatti, il punto di partenza delle collezioni Chicco: pensate per essere i compagni di viaggio nelle scatenate avventure di ogni giorno dei bambini e per dar loro la possibilità di esprimersi liberamente. Arrivano novità in casa Dondup, controllata al 91% dal fondo di private equity internazionale Catterton e guidata dal presidente Matteo Marzotto e dal ceo Marco Casoni. La griffe ha annunciato a Pitti Bimbo il ritorno in house della linea Dondup Kidswear (lanciata nel 2006). A partire dalla collezione primavera-estate 2019 l’azienda gestirà direttamente lo stile in tutte le sue componenti, la distribuzione e la comunicazione, rendendo disponibile il prodotto anche sul sito e nel flagship di Milano. Il partner produttivo rimarrà la Gimel.



Energia anni ‘50
La nuova collezione primavera/estate 2019 di Monnalisa, leader nel settore dell’abbigliamento di fascia alta per bambini, omaggia «The Fabulous Fifties» e per il lancio ha scelto Pitto Bimbo. La collezione reinterpreta l’energia degli anni ‘50. Partendo da giochi di stampe, a pois o con un trionfo di fiori: micro e un pò retrò, rose piazzate, boccioli allover. I colori prevalenti sono talco, cipria, rosa acceso, verde menta, rosso geranio e blu denim. Le gonne sono a vita alta, romantiche e importanti, con l’abbondanza del taglio a ruota, gli inserti in sangallo e l’effervescenza del tulle - nell’inedita versione a pareo che cela uno short o una gonna in jeans. Si abbinano con top in paillettes, camicie candide in popeline croccante, camicine a doppia gala effetto poncho, bluse con ricami in raso applicati su pizzo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 28 Giugno 2018, 12:35 - Ultimo aggiornamento: 28-06-2018 12:35

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO