Jeans, pelle e seta: come i brand
marchigiani ci conciano per le feste

Jeans, pelle e seta: ecco
come i brand marchigiani
ci conciano per le feste
di Massimiliano Viti
Il maltempo rischia di rovinare i piani per Pasqua. E forse non ci fa pensare nemmeno all’outfit da indossare. Ma chi vuole essere trendy non c’è freddo e pioggia che tenga: mancano pochi giorni a Pasqua e se non vogliamo ridurci all’ultimo momento, il prossimo è un week da sfruttare per fare shopping e acquistare un capo nuovo, da sfoggiare il primo aprile ma da sfruttare per tutta la primavera. Allora, che si fa a Pasqua? Vista l’incertezza delle condizioni meteo si pranza in famiglia? Chi starà ai fornelli potrà scegliere il suo abito da chef preferito, magari con tanto di cappello! I commensali dovranno curare l’abbigliamento.



Outfit festivo
Per esorcizzare l’eventuale maltempo, meglio scegliere un look allegro e divertente, magari colorato e alternativo. Puntiamo allora sulle stampe a fiori. Basta un vestitino fin sopra al ginocchio indossato sotto un semplice giacchetto corto in cotone monocolore, anche un giubbetto in denim. Se il vestito è troppo impegnato e impegnativo, opterete per una gonna al ginocchio, sempre dai toni brillanti e con una fantasia gioiosa, abbinata ad una camicia semplice. Poi ci si può divertire con gli accessori, una borsa a mano, raffinata con applicazioni gioiello. Se invece parteciperete ad una gita fuori porta, il look sarà pratico e confortevole. Il suggerimento è quello di affidarvi al denim: indossare un paio di jeans strappati modello boyfriend e una polo colorata o con stampe simpatiche. Sopra un giubbetto in pelle e un paio di sneakers adatte a lunghe camminate. Per completare l’outfit nel modo giusto sarebbe necessario uno zaino per avere tutto a portata di mano, trucchi compresi.



Bon ton e comodità
Altra alternativa per essere alla moda è quella di scegliere i quadretti Vichy, magari su una tunica color rosso vivo. I pantaloni in denim e le sneaker completeranno l’outift. Ricordatevi anche occhiali da sole e un cappello. Un abito midi e leggero, sempre con stampa Vichy, è ideale anche per un brunch in campagna dove non è necessario essere eleganti. Per completare l’outift, un paio di sandali flat e accessori rigorosamente di paglia: borsa e soprattutto cappello. Altra opzione è presentarsi con un look vintage: abito con gonna a ruota, ballerine, cappello panama e cestino di paglia. Se invece vi si presenterà un’occasione dove è necessario essere più formali (a casa di quelli che potrebbero essere i promessi suoceri ad esempio), gli outfit consigliati sono due: o un vestito lungo dal colore chiaro primaverile, più classico, oppure un paio di pantaloni eleganti. Pantaloni a palazzo neri da indossare sotto una camicia chiara.



Passepartout
Per tutti gli eventi a cui parteciperete ci sono dei capi passepartout. Tutti sanno che il capo per eccellenza della primavera è il trench. E tra l’altro è un capospalla che si abbina facilmente. Si può indossare sia sopra una gonna che sopra un pantalone; sia con un paio di sneaker ai piedi e sia con uno stivale o un ankle boot; e anche per la parte superiore del corpo andrà bene una camicia o una blusa.Per ogni occasione un brand di riferimento. Per una Pasqua elegante scegliamo Tod’s. Lei indosserà la leather windbreaker, una blusa in elegante pelle liscia con cappuccio, collo avvolgente, chiusura con bottoni automatici rivestiti, maniche a tre quarti e tasca frontale. Una creazione sofisticata e contemporanea che delinea un’eleganza timeless (2.900 euro).



Lui, lei, Tod’s
Lui una field jacket pash multitasca realizzata in pelle liscia con effetto délavé, chiusura a zip e bottoni automatici, polsini con costruzione a camicia, monogramma Tod’s impunturato sulla manica e coulisse interna in vita. Un modello versatile e raffinato (3.500 euro). Adattisismo alla primavera è il 4 Ganci di Fay. Lo preferiamo nella variante color rosso (750 euro) abbinato ad un paio di pantaloni bianchi (398 euro) e una camicia che richiama lo stile marinaro (130 euro). Per un pranzo non impegnativo o una gita, le giovani e chi si vuole sentire giovane, possono scegliere dalla collezione Fornarina: un chiodo giallo con rouches (129 euro) e sotto una T-shirt bianca (59 euro), un paio di pantaloni stile militare con elastico alla caviglia (105 euro) e sandali in pelle metal con cinturino (99 euro). Oppure un giubbetto in denim con strappi effetto used (119 euro), sotto una T-shirt stampata con paillettes (89 euro), una gonna a ruota con fantasia geometrica (105 euro) e stivali stretch con tessuto glitterato (129 euro).

Modello Dalila e non solo
Chi non vuole sbagliare e decide di affidarsi al denim può preferire l’eccellenza del brand 2W2M. Lei indosserà un pantalone modello Dalila, wide leg 5 tasche, zip, fondo 47 centimetri, denim fiammato blu misto lino, vintage scuro (185 euro) e sopra una t-shirt. L’uomo indosserà Steve 16, pantalone regular 5 tasche, bottoniera, fondo 18,5 centimetri, denim blu comfort, vintage medio, lavorato con fresature (165 euro) e sopra la denim jacket “Cliff”, giubbino jeans regular, denim blu fisso, vintage medio (197,50 euro). Per fare bella figura in qualsiasi occasione ci sono i look Dondup. Per lui un paio di pantaloni chino in cotone stretch (235 euro), una t-shirt in cotone (120 euro), sopra una camicia in chambray (155 euro) e un giubbotto in suede (685 euro). Lei indosserà una camicia in seta con stampe (365 euro) e una gonna longuette in canvas (185 euro). Per un pranzo in famiglia total yellow del giovane brand Feleppa: abito lungo con gonna a ruota e spacco laterale (295 euro).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 22 Marzo 2018, 12:51 - Ultimo aggiornamento: 22-03-2018 12:51

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO