Ilaria, Anastasiia e gli uomini che odiano le donne. Femminicidi e stalking, i casi nelle Marche

di Martina Marinangeli
Venerdì 25 Novembre 2022, 04:25 - Ultimo aggiornamento: 18:36 | 2 Minuti di Lettura

Acido sull'auto dell'ex convivente, incubo per mamma e figlia a Macerata

MACERATA - Il racconto di un incubo. Di una persecuzione fatta di messaggi molesti, insulti e l’inquietante sfregio dell’acido gettato sulla sua auto. La vittima dello stalking è una 47enne maceratese, finita nel mirino del suo ex convivente, che non si era rassegnato alla fine della relazione. Poi ha trovato la forza di denunciarlo e ora l’uomo è sotto processo. Nell’ultima udienza è stata sentita la figlia della donna: una testimonianza da brividi. «Sono ancora spaventata - ha detto in aula -. Ero presente quando mia madre veniva insultata, quando lei lo bloccava su Whatsapp lui contattava me. Io non potevo più andare in palestra o a scuola da sola». 

 Il danneggiamento choc è stato compiuto lo scorso 11 gennaio, quando per intimidire la sua ex le avrebbe versato dell’acido sull’auto. Che sia stato lui la vittima ne è certa: infatti qualche tempo prima aveva installato una telecamera sul balcone e l’occhio elettronico avrebbe immortalato il raid punitivo.

A seguito di quel danneggiamento la donna - parte civile con l’avvocato Leide Polci - si era rivolta alla polizia per sporgere querela e in questura aveva anche aggiunto che qualche tempo prima, il 18 dicembre 2021, le era accaduto un fatto analogo: qualcuno le aveva gettato un liquido corrosivo sulla vettura. Anche in quell’occasione denunciò il fatto ma lo fece contro ignoti perché dalle immagini registrate dalla telecamera non c’era la certezza che l’autore fosse il suo ex.

(Daniel Fermanelli)

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA