Giulia Tramontano, Alessandro Impagnatiello come l'ha uccisa? La verità tra chat, messaggi e l'incontro con l'amante. Chi è il killer: cosa sappiamo

di Ernesto De Franceschi
Giovedì 1 Giugno 2023, 15:32 - Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 10:21 | 1 Minuto di Lettura

Il dolore e il ringraziamento della sorella di Giulia

«Grazie. Grazie di averci dato la speranza di trovarla. Grazie di averci creduto ed aiutato. Grazie dal profondo del cuore di una famiglia distrutta, di fratelli che non hanno avuto la possibilità di cullare il proprio nipote. Di genitori che sono stati privati del diritto di essere tali». Lo scrive la sorella di Giulia Tramontano, la 29enne incinta di sette mesi uccisa a Senago, nella prima storia Instagram condivisa dopo le notizie del ritrovamento del corpo e del fermo per omicidio del fidanzato. «La nostra famiglia sarà per sempre unita come in questa foto», aggiunge, condividendo un'immagine che ritrae tutti insieme, mamma, papà e figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA