Il generale Vannacci: «Candidato nella Lega? Ho anche altre offerte». Egonu, Mengoni, Papa Francesco e i gay: le sue parole

di Redazione web
Venerdì 1 Marzo 2024, 09:12 | 1 Minuto di Lettura

Sugli omosessuali

Vannacci torna poi a parlare degli omosessuali: «Cesare era bisessuale? Cosa facesse a letto sono affari suoi, sul carro dei trionfi non saliva vestito di piume di struzzo. Ce l'ho con l'ostentazione - dice il generale - il Gay Pride una volta l'anno va bene, tutti i giorni con una pressione continua dà fastidio a molti. Non sono omofobo, ho comandato soldati omosessuali. Ma quando mi dicono che gay e lesbiche si nasce non sono del tutto d'accordo. Il genoma dell'omosessualità non l'hanno mai trovato». E ancora: «Trovo inopportuna la massiccia esposizione di modelli omosessuali verso i bambini. Ho cercato in Rete, secondo l'istituto di statistica britannico i non eterosessuali sono circa il 3,4% della popolazione. Le pare che in tv la percentuale sia rispettata? Perché su Netflix non approvano una serie se non ci sono scese gay?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA