Gagliole, Giulio Zamparini sfida il sindaco uscente Sandro Botticelli

di Giulia Sancricca
Lunedì 8 Maggio 2023, 18:18 - Ultimo aggiornamento: 9 Maggio, 12:32 | 2 Minuti di Lettura
Gagliole, il sindaco uscente Sandro Botticelli e lo sfidante Giulio Zamparini

GAGLIOLE - Il sindaco uscente di Gagliole, Sandro Botticelli, di nuovo in campo per tentare il secondo mandato. Sessantotto anni, ex funzionario dell’ufficio scolastico provinciale in pensione, si candida alla guida della lista “SiAmo Gagliole”, di cui fa parte anche la minoranza uscente che cinque anni fa lo aveva sfidato alle precedenti amministrative. Ci sono tante conferme e qualche nome nuovo per la tornata elettorale di domenica e lunedì prossimi. Botticelli, nel 2018, si era proposto come candidato sindaco di Gagliole, vincendo la sfida tra diversi contendenti, e imponendosi con il 47,27 per cento. Ora si pone come obiettivo quello di portare avanti il lavoro già avviato.
1) Come giudica la campagna elettorale che si va concludendo? C'è stata partecipazione? Teme un grande astensionismo?
Nel corso di questa campagna elettorale non abbiamo riscontrato una partecipazione attiva, credo tuttavia che i tempi siano cambiati e che vi sia un interesse silenzioso al voto dovuto soprattutto al lavoro svolto dai singoli candidati e dal rapporto che ciascuno di loro ha stabilito con la cittadinanza.
2) Dovesse indicare con tre titoli le priorità per il suo paese, cosa direbbe?
Le priorità per un paese come Gagliole, all'interno del cratere sismico del 2016, vedono al primo posto il sostegno alla ricostruzione post-sisma sia privata che pubblica. Ma non bisogna dimenticare che questo tema è strettamente connesso alla rinascita della società e dell'economia, per questo motivo sono prioritarie anche il rilancio del territorio turistico-culturale-ambientale e l'implementazione dei servizi al cittadino senza i quali non avrebbe senso ricostruire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA