Filippo Turetta parla di Giulia per la prima volta: le tre strade della difesa. Gli ansiolitici per dormire e il dubbio: «In carcere potrò studiare?»

di Redazione web
Lunedì 27 Novembre 2023, 09:15 - Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 15:28 | 1 Minuto di Lettura

Le indagini

Nel frattempo, mano a mano vengano a galla dettagli nell'inchiesta sull'atroce omicidio di Giulia Cecchettin, come il ritrovamento vicino al corpo di un libro per l'infanzia. Tra le cose lasciate, una ventina di reperti in tutto sequestrati dai carabinieri, non lontano dal cadavere, abbandonato in una zona boschiva vicino al lago di Barcis, in provincia di Pordenone, è stato trovato anche quel testo per bambini, intitolato "Anche i mostri si lavano i denti". Probabilmente la ragazza, che sognava, dopo la laurea in ingegneria biomedica, proprio di diventare un'illustratrice di libri per bimbi, lo aveva con sé quella sera. Sul punto, comunque, sono in corso accertamenti, anche sul perché Turetta avrebbe deciso di lasciarlo proprio là.

© RIPRODUZIONE RISERVATA