Filippo Turetta parla di Giulia per la prima volta: le tre strade della difesa. Gli ansiolitici per dormire e il dubbio: «In carcere potrò studiare?»

di Redazione web
Lunedì 27 Novembre 2023, 09:15 - Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 15:28 | 1 Minuto di Lettura

L'incontro con l'avvocato

Sul fronte della difesa, che oggi potrà mettere le mani sul fascicolo della procura, adesso inizia la fase dello studio della strategia per contrastare le accuse. Una difesa che l’avvocato concorderà con Turetta che quindi oggi potrebbe iniziare a spiegargli cosa è successo la sera dell’11 novembre quando avrebbe prima accoltellato Giulia nel parcheggio a 150 metri da casa, quindi l’avrebbe spinta contro l’asfalto, uccidendola, nell’area industriale di Fossó. Domani davanti al gip, il 21enne ha tre strade: tacere, rispondere alle domande oppure rilasciare solo dichiarazioni spontanee.

© RIPRODUZIONE RISERVATA