Napoli, vaccini: code e tensioni alla Mostra d'Oltremare: gli utenti rifiutano Astrazeneca e chiedono Pfizer. Interviene la polizia

Martedì 4 Maggio 2021
Proteste alla Mostra di Oltremare: utenti rifiutano Astrazeneca e chiedono Pfizer, interviene la polizia

Caos all'hub vaccinale della Mostra di Oltremare di Napoli: la Asl Napoli 1 Centro ha denunciato insulti e minacce verbali agli operatori sanitari da parte diversi utenti che hanno preteso la somministrazione del vaccino Pfizer o Moderna rifiutando Astrazeneca. È stato necessario un intervento delle forze di polizia per sedare le proteste

Sinovac, l'Agenzia europea Ema inizia esame di revisione del vaccino cinese

Non è la prima volta - Non è la prima situazione di disagio verificatasi intorno alla campagna vaccinale nel capoluogo partenopeo: ieri si è registrata una lunga attesa, fino anche a tre ore, sempre nello stesso hub vaccinale a seguito dell'esaurimento dei vaccini Pfizer. Le dosi, in quel caso, sono state recuperate dall'Asl di Salerno ma tra i tempi di spostamento e di preparazione è stato necessario aspettare più di due ore per riprendere poi l'attività.

Coprifuoco, eliminato da subito o esteso alle 23 da metà maggio: le ipotesi in campo

Comportamento inaccettabile - La direzione strategica dell'Asl Napoli 1 Centro ha inoltre ricordato che il piano vaccinale prevede la somministrazione del vaccino a m-Rna solo per categorie dedicate puntualmente definite. Quindi pretendere un vaccino a m-Rna al di fuori di queste categorie e dalle indicazioni non è possibile e  ha aggiunto nella nota: «di certo non è accettabile alcun comportamento di minaccia o insulto nei confronti del personale sanitario o delle guardie di sicurezza impegnate nello svolgimento del proprio lavoro a servizio dei cittadini».

Vaccini, strappo Sicilia: dosi in massa nelle isole minori anche ai diciottenni. Musumeci: «Dobbiamo correre»

L'intervento della polizia - Ciro Verdoliva, direttore dell'ASL che ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine, ha parlato di fatto gravissimo e ha affermato che non saranno tollerati atteggiamenti simili all'intero di un centro vaccinale. Il direttore sanitario della Asl Napoli 1 Centro Maria Corvino ha ribadito che la vaccinazione con Pfizer è possibile solo per cittadini che hanno patologie o condizioni di salute tali da rendere indispensabile la somministrazione del vaccino a m-Rna. «Chi ritiene di essere affetto da patologie per le quali è prevista la somministrazione di vaccino a m-Rna può iscriversi nelle apposite categorie, diversamente non ci saranno deroghe e nessuna eccezione» ha concluso Corvino.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento