AstraZeneca, babysitter di 43 anni muore dopo la dose. Il compagno: «Prima del vaccino era sana». Scatta l'inchiesta

Giovedì 3 Giugno 2021
AstraZeneca, babysitter di 43 anni muore dopo la dose. Il compagno: «Prima del vaccino era sana». Scatta l'inchiesta

Una madre di tre figli ha avuto coaguli di sangue ed è morta in ospedale pochi giorni dopo aver ricevuto il vaccino AstraZeneca. La babysitter Tanya Smith, 43 anni, aveva ricevuto il suo primo vaccino a marzo ed è morta poco più di una settimana dopo dopo essere stata ricoverata d'urgenza in ospedale con forti crampi allo stomaco. È stata aperta un'inchiesta per determinare le cause della sua morte.

L'Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari ha inoltre confermato che esaminerà il caso della signora Smith nell'ambito di una revisione in corso sulla presenza di coaguli di sangue e su eventuali collegamenti al vaccino. Il partner della signora Smith, Kenneth Edwards, ha detto che si era sentita «era stata parecchio male» per un paio di giorni dopo l'iniezione e poi si è svegliata una mattina dolorante e ha chiamato il 111 per chiedere aiuto.

Pfizer, uomo di 42 anni muore mezz'ora dopo il vaccino: avviati accertamenti ad Arona

L'uomo ha detto che la sua sofferenza non si è attenuata nemmeno dopo che un paramedico l'ha assistita e le ha dato antidolorifici e che è stata portata all'ospedale di Derriford dove è stato successivamente scoperto che aveva sofferto «di più coaguli di sangue».

La signora Smith ha poi avuto un infarto e un arresto cardiaco e, dopo un breve periodo di stabilità, le sue condizioni sono peggiorate prima di morire tragicamente in ospedale il 3 aprile. La notizia si è saputa solo in questi giorni con l'avvio di una indagine.

Il signor Edwards ha fatto sapere che «non sarebbe morta se non avesse fatto AstraZeneca», ma questo non può essere confermato fino a quando non si è svolta un'indagine completa e un'inchiesta. L'uomo ha parlato dopo aver letto della morte della giornalista della BBC Lisa Shaw, anche lei a seguito del vaccino AZ. L'Agenzia europea per i medicinali comunque, afferma che i benefici del vaccino nella lotta alla diffusa minaccia di Covid-19 (che a sua volta provoca problemi di coagulazione e può essere fatale) continuano a superare il rischio di effetti collaterali.

Rendendo omaggio a Tanya, Edwards ha dichiarato: «Era semplicemente fantastica, altruista, è stata una babysitter, davvero una brava babysitter per 19 anni. Lascia tre figli, due adulti e una bambina di 12 anni con disabilità. Amava la sua famiglia. Siamo tutti abbastanza persi senza di lei».

 

Poi ha assicurato che era «sana e giovane» prima del vaccino e che ha ricevuto la sua prima dose al campo di calcio di Plymouth's Home Park a marzo dopo essere stata contattata dal suo medico di famiglia per prenotare un appuntamento. L'indagine è condotta dall'University Hospitals Plymouth NHS Trust che gestisce il Derriford Hospital dove è morta. La signora Smith era stata invitata a fare il vaccino presto poiché era un'operatrice chiave e una badante per sua figlia, che ha una disabilità.

Ultimo aggiornamento: 12:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA