Vaccino Covid, annuncio di Pfizer: «Efficace al 95%». Test su 43.500 persone senza problemi. Oms: seconda ondata combattuta senza cure

Mercoledì 18 Novembre 2020
Vaccino Covid, annuncio di Pfizer: «Il nostro è efficace al 95%». Test su 43.500 persone senza problemi

Covid, un'analisi finale dello studio di fase 3 del vaccino contro il coronavirus di Pfizer mostra che «è efficace al 95%» nel prevenire le infezioni, anche negli anziani, e non ha causato gravi problemi di sicurezza, ha fatto sapere la società che produce il vaccino stesso.

L'azienda ha contato 170 casi di infezione da coronavirus tra i volontari che hanno preso parte alla sperimentazione. Pfizer ha fatto sapere che 162 infezioni erano in persone che hanno ricevuto placebo, o semplici iniezioni saline, mentre 8 casi erano in partecipanti che hanno ricevuto il vaccino vero e proprio. Ciò funziona con un'efficacia del 95%, ha detto ancora Pfizer. «L'efficacia era coerente per età, razza ed etnia demografica.

 

 

La società ha in programma di chiedere l'autorizzazione per il vaccino entro pochi giorni, con l'obiettivo di andare in distribuzione entro la fine dell'anno se le autorità di regolamentazione della salute lo consentono. «I risultati dello studio segnano un passo importante in questo storico viaggio di 8 mesi per un vaccino in grado di aiutare a porre fine a questa devastante pandemia», ha dichiarato in una nota Albert Bourla, amministratore delegato di Pfizer. Se la Fda autorizzerà il vaccino a due dosi, Pfizer ha spiegato che potrebbe avere fino a 50 milioni di dosi disponibili entro la fine dell'anno, e fino a 1,3 miliardi entro la fine del prossimo anno.

Video

L'efficacia osservata negli adulti di età superiore ai 65 anni era superiore al 94%», hanno affermato Pfizer e il suo partner tedesco BioNTech in una dichiarazione congiunta. ll vaccino è stato testato 43.500 persone in sei Paesi e al momento non sembrano esserci timori per la sicurezza.

I vaccini non arriveranno in tempo per combattere la seconda ondata della pandemia di Covid-19 e molti Paesi «continueranno a doverla affrontare senza vaccini», ha ammonito il capo dell'emergenza coronavirus dell' Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Michael Ryan, in un forum sui social media. «Penso che passeranno almeno quattro o sei mesi prima che ci siano livelli sufficienti di immunizzazione ovunque», ha detto, osservando che i vaccini non dovrebbero essere visti come una «pozione magica». «Dobbiamo capire e interiorizzare questo, e renderci conto che questa volta dobbiamo scalare questa montagna senza vaccini».

 

 

Ultimo aggiornamento: 22:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA