Batteri coreografi: ecco come interagiscono ​causando placca sui denti e infezioni

Martedì 14 Gennaio 2020
Batteri coreografi: ecco come interagiscono ​causando placca sui denti e infezioni

Batteri coreografi: ecco come interagiscono ​tra di loro causando, ad esempio, la placca dentale o alcune infezioni. Anche i batteri possono disegnare splendide coreografie come dei provetti ballerini: lo dimostra il fiore che sembra sbocciare sulla piastra di coltura quando due ceppi di batteri vengono fatti crescere insieme. Uno spettacolo della natura inedito, quello descritto sulla rivista eLife dai ricercatori dell'Università della California a San Diego, che aiuterà a chiarire i meccanismi con cui batteri diversi interagiscono fra loro per formare il biofilm, quella pericolosa patina che può depositarsi per esempio sui denti o sui dispositivi medici (come pacemaker e cateteri) causando infezioni.

«L'uso del cellulare può causare tumori alla testa». Sentenza della Corte d'Appello di Torino. Dipendente Telecom malato: «Nuoce gravemente alla salute»

L’elisir di lunga vita scoperto in un verme, gli uomini vivranno sino a 500 anni?
 


I protagonisti di questa danza rivelatrice sono due batteri comuni: Escherichia coli e Acinetobacter baylyi. Il primo, di per sé, è un po' impacciato: quando si trova da solo sulla 'pista da ballo' di agarosio (il polisaccaride usato in laboratorio per coltivare i batteri), rimane per lo più fermo. A. baylyi, invece, è un ballerino provetto, capace di dimenarsi agilmente grazie alle sue sottili 'gambe' (le appendici chiamate 'pili'). Quando i due si incontrano, scocca la scintilla: con una presa magistrale, A. baylyi solleva E. coli e lo trasporta in questa danza sfrenata, disegnando nel giro di 24 ore un vero e proprio fiore con tanto di petali.

Per scoprire il segreto di questo passo a due, i ricercatori hanno sviluppato una serie di modelli matematici che tengono conto delle diverse proprietà fisiche dei due ceppi batterici, soprattutto il tasso di crescita, la motilità e la frizione che generano sul substrato di agarosio. Dai calcoli è emerso che tutto si gioca lungo il fronte di espansione della colonia batterica: dove si concentrano maggiormente i pigri E. coli, la danza avanza più lentamente rispetto altrove, creando la forma del petalo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA