Infarto e ictus, il tempo è fondamentale: confronto internazionale a Roma

Infarto e ictus, il tempo è fondamentale: confronto internazionale a Roma
di Giovanni Del Giaccio
2 Minuti di Lettura
Lunedì 31 Ottobre 2022, 13:01 - Ultimo aggiornamento: 4 Novembre, 08:16

Si chiama "Infarto e stroke, ogni minuto conta" ed è l'evento organizzato per venerdì 4 novembre al centro congressi "Roma eventi" in piazza della Pilotta. L'iniziativa ha come responsabili scientifici Francesca Romana Pezzella della stroke unit dell'ospedale San Camillo Forlanini di Roma e Francesco Versaci della cardiologia ed emodinamica dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina.  

«Infarto e ictus - questo il razionale dell'incontro -  rimangono due sfide fondamentali, in cui progressi effettuati in ambito cardiovascolare sono stati potenziati dalla creazione di reti di assistenza territoriale. In tale sistema integrato il fattore tempo assume un ruolo fondamentale nel processo di cura dei pazienti con sindromi neuro e cardiovascolari acute. Nuove tecnologie e nuove strategie terapeutiche hanno modificato prognosi e qualità della vita di molti pazienti degli ultimi decenni». Da qui l'esigenza di un  confronto tra le diverse discipline su come affrontare le emergenze e la gestione post-acuzie di questa popolazione di pazienti. Parteciperanno esperti di diverse realtà ospedaliere e universitarie, ma anche internazionali collegati da remoto, per quello che è il quarto confronto su queste patologie tempo dipendenti. «Con gli specialisti che operano in diverse realtà estere - spiega il professor Francesco Versaci - condivideremo le esperienze maturate in questo anno critico nella gestione dell’infarto e dello stroke. Come consuetudine, due sessioni verranno dedicate alla presentazione e discussione di casi clinici di pazienti reali, su tematiche inerenti al mondo reale dei pazienti con patologie cardio-cerebro-vascolari».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA