Colesterolo, nuovo farmaco che lo dimezza arriva in Italia: Inclisiran è rimborsabile e si inietta due volte l'anno

Si tratta della nuova classe di farmaci RNA

Colesterolo, nuovo farmaco rivoluzionario Inclisiran arriva in Italia: si prende due volte l'anno ed è rimborsabile
Colesterolo, nuovo farmaco rivoluzionario Inclisiran arriva in Italia: si prende due volte l'anno ed è rimborsabile
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 12 Ottobre 2022, 13:15 - Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre, 09:18

Nuovo farmaco Inclisiran contro il colesterolo - Basta assumerlo due volte l'anno ed è in grado di svolgere il suo lavoro di pulizia del sangue. È un nuovo  farmaco in grado di dimezzare i livelli di colesterolo "cattivo", principale causa delle malattie cardiovascolari che provocano 220.000 vittime l'anno nel nostro Paese, è ora disponibile e rimborsabile in Italia. Il nome commerciale è Leqvio. Per i medici si tratta di «un passo avanti importante» perché agisce alla radice del problema, aumentando "gli spazzini" che puliscono il sangue e lo fa con solo due somministrazioni l'anno. Ad annunciare la pubblicazione in Gazzetta della determina dell'Agenzia italiana del farmaco, è stata una conferenza stampa organizzata a Roma da Novartis Italia.

Colesterolo alto, mangiare avena a colazione può tenerne sotto controllo i livelli

Due le principali novità del nuovo farmaco biologico Inclisiran. «Questa molecola - dichiara Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di Cardiologia (Sic) - è capostipite di una nuova classe di farmaci altamente innovativi che mirano direttamente alla radice della malattia aterosclerotica piuttosto che ai suoi sintomi, grazie a un meccanismo d'azione che permette di ridurre i livelli di colesterolo Ldl o "cattivo" non solo in maniera efficace, ma anche sostenuta nel tempo».

Body shaming, il monito dei cardiologi: «L'obesità è una malattia, la body positivity non va fraintesa»

L'altra novità è la posologia. «Per noi cardiologi è innovazione straordinaria che può cambiare i percorsi di cura - spiega Furio Colivicchi, presidente dell'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (Anmco) - perché con solo due somministrazioni l'anno permette di assicurare quell'aderenza alla prescrizione che, per chi assume molte terapie e per tanti anni, è molto difficile da mantenere. Considerato che i livelli di colesterolo ldl sono direttamente collegati al rischio di andare incontro a infarti e ictus, pensiamo possa cambiare il destino di molti pazienti».

L'innovativo meccanismo di azione di Inclisiran, conclude Valentino Confalone, amministratore delegato di Novartis Italia, «è basato sui siRNA che sono in grado di agire a monte, interferendo cioè con la produzione di proteine che causano le malattie. Oggi questa tecnologia è applicata all'ipercolesterolemia, ma prevediamo in futuro di impiegarla anche nel trattamento di altre malattie».

Nuovo farmaco contro il colesterolo, come agisce

siRNA. Cosa vuol dire? Questa sigla sta per "small interfering RNA". Vuol dire che il farmaco interferisce con l'RNA. Inclisiran, il principio attivo di Leqvio, interferisce con l’RNA (materiale genetico) per limitare la produzione di PCSK9, una proteina in grado di aumentare i livelli di colesterolo LDL (colesterolo “cattivo”). Impedendo la produzione di PCSK9, il farmaco favorisce la riduzione dei livelli di colesterolo LDL.

Dieta, saltare i pasti fa ingrassare (diminuisce la massa magra e aumenta quella grassa): ecco il motivo

© RIPRODUZIONE RISERVATA