Oms toglie la transessualità dalla lista delle malattie mentali. Luxuria: «Entri la transfobia»

Oms toglie la transessualità dalla lista delle malattie mentali. Luxuria: «Entri la transfobia»
«L'incongruenza di genere è stata rimossa dalla categoria dei disordini mentali dell'International Classification of Diseases per essere inserita in un nuovo capitolo delle “condizioni di salute sessuale”». In parole povere, la transessualità non è più classificata dall'Oms come malattia mentale. Per l'Oms «è ormai chiaro che non si tratti di una malattia mentale e classificarla come tale può causare una enorme stigmatizzazione per le persone transgender».

Luxuria esulta. «Finalmente una bella notizia che aspettavamo da tempo: dopo tanti appelli e battaglie l'Organizzazione mondiale della sanità ha tolto la transessualità dal manuale delle malattie mentali». È quanto afferma l'attivista Lgbt Vladimir Luxuria che aggiunge: «sono sicura che ben presto entrerà la transfobia nell'elenco delle malattie mentali bisognose di cura». La decisione dell' Oms è giudicata «un segnale positivo che fa capire che chi è a disagio con il proprio corpo anagrafico e lo modifica per armonizzarlo alla sua mente non è un disturbato ma una persona che ha diritto a pari opportunità affettive e lavorative».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 19 Giugno 2018, 11:36 - Ultimo aggiornamento: 20-06-2018 22:46

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti