Covid, allarme terapie intensive: in aumento in Sardegna (10%), Sicilia (7%) e Marche (3%)

Allarme terapie intensive, in aumento in Sardegna (10%), Sicilia (7%) e Marche (3%)
Allarme terapie intensive, in aumento in Sardegna (10%), Sicilia (7%) e Marche (3%)
2 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Agosto 2021, 13:11

Crescono le terapie intensive in Sicilia, Sardegna e nelle Marche. Secondo gli ultimi dati pubblicati l'8 agosto con il monitoraggio giornaliero dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), queste tre regioni vedono un aumento dell'1%: la Sicilia, che arriva al 7%, le Marche che arrivano al 3% e la Sardegna, che arriva all'11% oltre la soglia del 10% indicata come uno dei nuovi parametri principali per il cambio di colore delle regioni. In Italia, invece, il tasso di occupazione delle terapie intensive è stabile al 3% da parte dei pazienti affetti da Covid.

Covid, variante Delta fa aumentare i ricoveri. Sardegna e Sicilia verso la zona gialla

Sale il tasso di positività

Nel bollettino di ieri, domenica 8 agosto si è registrato un aumento del tasso di positività, salito al 2,8%. In aumento anche ricoveri e terapie intensive. Altri 11 i morti. In Romagna chiuse tre discoteche per violazioni delle norme anticontagio. Sono 299 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 11 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 24. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2631, 98 in più rispetto a ieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA