Multe ai no vax over 50, a dicembre ecco le sanzioni: maglia nera a Friuli, Calabria e Abruzzo

Sono scaduti infatti i 180 giorni fissati per giustificare il mancato adempimento all'obbligo vaccinale dovuto a motivi sanitari

Multe ai no vax over 50, a dicembre ecco le sanzioni: maglia nera a Friuli, Calabria e Abruzzo
Multe ai no vax over 50, a dicembre ecco le sanzioni: maglia nera a Friuli, Calabria e Abruzzo
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Novembre 2022, 15:15 - Ultimo aggiornamento: 18:56

A dicembre sono in arrivo le multe agli over 50 che non hanno fatto il vaccino anti-Covid. Sono scaduti infatti i 180 giorni fissati per giustificare il mancato adempimento all'obbligo vaccinale dovuto a motivi sanitari. Per questo motivo sono in arrivo le sanzioni. Le regioni con le maggiore percentuali di over 50 che non hanno adempiuto all'obbligo vaccinale, rispetto alla popolazione del proprio territorio, sono Friuli, Calabria e Abruzzo. 

Quarantena Covid ridotta, virologi divisi. Andreoni: «Dopo 5 giorni i positivi infettano ancora»

Le sanzioni ammontano complessivamente a 1,9 milioni. La multa di 100 euro scatta per tutti gli ultracinquantenni e le carie categorie professionali, tra cui forze dell'ordine e personale sanitario, che dall'8 gennaio al 15 giugno (data in cui scadeva la misura) non si erano vaccinati. 

No vax manifestano davanti alla Consulta

Una cinquantina di No vax hanno manifestato davanti al palazzo della Consulta in attesa della decisione sulla legittimità dell'obbligo vaccinale. C'è chi arriva dal Veneto, chi dalle Marche. Qualcuno indossa il tricolore al collo e c'è chi ha una felpa con su scritto «Nati liberi». «Se la Consulta dovesse dichiarare la legittimità si creerebbe un precedente in Italia», ha spiegato Ilham che questa mattina, dice, di essere stata portata in questura. Lei non è vaccinata «ma il mio lavoro non richiedeva l'obbligo anche se ho più di 50 anni». «Lotto per i diritti. Sono qui da questa notte, ero l'unica», aggiunge. Carmen è un'infermiera ed è stata sospesa dal lavoro. «La legittimità costituzionale su questo punto significherebbe obbligo vaccinale per qualsiasi cosa che lo stato riterrebbe utile. Saremmo sottomessi a un potere ulteriore. Noi nasciamo come esseri liberi, siamo qui per la libertà», dice Carmen.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA