Baci, abbracci e strette di mano: quando si potrà? Ecco cosa dicono i virologi

Lunedì 17 Maggio 2021 di Diodato Pirone
Baci, abbracci e strette di mano: quando si potrà? Ecco cosa dicono i virologi

Con un italiano su 7, quasi il 15% della popolazione, che ha ricevuto le due dosi di vaccino e con un altro 7% che ha sviluppato gli anticorpi essendo guarito dal Covid-19, c'è da chiedersi quando torneremo a comportamente umani che abbiamo dimenticato: abbracci, baci, strette di mano, un buon espresso al bancone del bar.

 

Coprifuoco addio, ecco da quando. Ricciardi: «Possiamo essere un po' più rilassati»

Estate 2021, come andremo in vacanza? Vademecum anti-Covid, dalle spiagge, agli hotel

 

 

Il traguardo

 

E' presto - dicono gli esperti - ma indubbiamente il traguardo non è lontano. Gli americani, che con le vaccinazioni sono davanti a noi di un paio di mesi, già da qualche giorno si possono togliere la mascherina all'aperto se si trovano fra vaccinati. Anche in Gran Bretagna (82% della popolazione vaccinata in massima parte con AstraZeneca) finalmente alcune restrizioni sono cadute e si può bere una birra al pub. E in Italia?

Diciamo subito che la vecchia e calorosa stretta di mano resta ancora in quarantena. La percentuale di popolazione immune è ancora troppo bassa per poterla ripristinare fra tutti. A sentire i virologi fra vaccinati si potrebbe riprendere a stringersi le mani ma sempre meglio dopo averle igienizzate il che toglie ogni spontaneità a questo "antico"  gesto di cordialità. D'altra parte resta naturale per tutti portarsi le mani al viso o vicino agli occhi e il Covid-19 resta tutt'ora un pericolo seppure minore  (è praticamente impossibile finire in ospedale)  per quella quota di vaccinati che hanno sviluppato un basso tasso di anti-corpi o che non ne hanno sviluppato affatto.

 

Baci e abbracci

 

Anche per baci e abbracci fra parenti anche stretti è bene mantenere le precauzioni. Qui siamo ancora alle solite: è vero che quasi tutti i nonni sono stati vaccinati ma fra i nipoti il virus continua a circolare abbastanza "allegramente" ed è bene non sfidare la sorte. A questo punto della campagna vaccinale i virologi non sono contrari in assoluto al contatto umano specie fra vaccinati. In molti consigliano un abbraccio "da dietro" o baci virtuali "spediti" con un gesto per evitare che le goccioline che escono dalla nostra bocca quando parliamo si diffondano sul viso di nonni, figli, nipoti, amici.

 

Le precauzioni

 

Per il resto le precauzioni più gettonate sono ben note: incontrarsi soprattutto all'aperto, restare lontani almeno un metro al chiuso e laddove necessario mantenere l'uso della mascherina specie se ci si incontra con persone non ancora vaccinate, lavarsi spesso le mani. Andrà vanti così per tutto giugno mese nel quale saranno distribuite altre 20 milioni di vaccini. Poi torneremo tutti più liberi innanzitutto nella manifestazione dei nostri sentimenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 12:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA