Palloncino gastrico può far perdere il 14% del peso senza sostituire la dieta: lo studio italiano

Lunedì 29 Marzo 2021 di Giampiero Valenza
Palloncino gastrico può far perdere il 14% del peso senza sostituire la dieta: lo studio italiano

Un palloncino gastrico messo all’interno dello stomaco può aiutare a ridurre del 14,2% il proprio peso corporeo. A dirlo è uno studio internazionale pubblicato sulla rivista scientifica Obesity Surgery e che ha avuto una guida italiana. Il lavoro ha coinvolto circa 2000 pazienti in 19 centri diversi di Italia, Spagna, Francia, Belgio, Kuwait, Qatar e Dubai.

 

Dieta prima di Pasqua: bastano 3 giorni per arrivare in forma alle feste

Il sole ci aiuta a dimagrire? Il trucco per tornare in forma

 

 

Palloncino gastrico

 

Nello studio è stato usato il palloncino gastrico Elipse Allurion, una nuova opzione per perdere peso. Ha la forma di una compressa poco più grande di quella di un antibiotico e, dopo aver bevuto un po' d'acqua, si gonfia.

Una volta nell’organismo il palloncino agisce in maniera meccanica: occupa un volume che riempie gran parte dello stomaco e ne rallenta lo svuotamento. Il cibo rimane più a lungo e il paziente ha un senso di sazietà che riduce gli stimoli della fame.

“Abbiamo scelto per lo studio l’Europa e il Medio Oriente perché quest'ultima è la prima per numero di obesi in tutto il mondo – spiega Roberta Ienca, ricercatrice della clinica Nuova Villa Claudia di Roma - Il trattamento risulta essere sicuro ed efficace. Abbiamo avuto una perdita ponderale del 14,2% pari a circa 13,5 kg”.

Il palloncino gastrico può aiutare a far perdere peso anche ai pazienti in sovrappeso. "Non serve solo per gli obesi - spiega la studiosa - Coloro che sono gravemente sovrappeso potranno essere i futuri obesi ed è necessario investire la tendenza. Il pallone, per quattro mesi, può far raggiungere la costanza in un corretto regime alimentare. Non si sostituisce alla dieta ma può essere di supporto. Può però sostituire la chirurgia bariatrica quando un paziente la rifiuta”.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA