Cibi tossici che mangiamo ogni giorno: attenti a non esagerare, dalle patate ai fagioli

Martedì 7 Gennaio 2020

Non sempre sono gli alimenti esotici ad essere pericolosi per la nostra salute: spesso sono i cibi di tutti i giorni quelli che nascondono più insidie e che possono risultare persino tossici se non trattati correttamente. In particolare alcuni alimenti molto comuni che consumiamo abitualmente nella nostra dieta, che abbiamo sempre a portata di mano in frigo, in dispensa o comunque inseriti nella nostra alimentazione, sono prevalentemente innocui e sani, tuttavia bisogna mettere in pratica alcuni accorgimenti per evitare che diventino tossici: ecco quali sono e perché sono così pericolosi.

Caffè, sì a 4-5 tazzine al giorno: poi scatta l'allerta salute

Patate. La buccia, le parti verdi e i germogli contengono solanina, alcaloide tossico che, assunto in dosi massicce, può provocare vomito, diarrea e allucinazioni.
Pomodori. Non abusarne perché contengono solanina, una sostanza a bassa tossicità che la pianta produce come naturale pesticida
Funghi. Crudi, anche quelli commestibili contengono tossine termolabili (che evaporano in cottura) che possono creare difficoltà digestive.
Fagioli. Crudi sono velenosi perché contengono fitoemoagglutinina, una tossina che provoca nausea, vomito e diarrea. Prima di cuocerli lasciarli in ammollo per due d'ore.
Mele. Anche i semi della mela contengono amigdalina, la stessa sostanza tossica presente nelle mandorle amare. Dose letale: mezza tazza.
Noce moscata. Usarne poca perché contiene miristicina, una sostanza neurotossica che, assunta in quantità elevate, provoca allucinazioni e convulsioni.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA