Tumori nel Lazio, psicologo gratuito per i malati oncologici: prevista la formazione di 700 specialisti. Chi ne ha diritto

Tumori nel Lazio, psicologo gratuito per i malati oncologici: prevista la formazione di 700 specialisti
Tumori nel Lazio, psicologo gratuito per i malati oncologici: prevista la formazione di 700 specialisti
di Camilla Mozzetti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Giugno 2022, 07:28 - Ultimo aggiornamento: 17:53

Potranno richiedere assistenza psicologica che sarà loro fornita in maniera gratuita. Ci sono malattie gravi che tuttavia si sconfiggono ma la strada, a volte, è lunga e tortuosa. Destabilizzante non solo dal punto di vista di fisico per quelle terapie salvavita che passano per radio e chemio: c'è anche chi entra in depressione, chi accusa problemi di natura psicologica. È per loro per questi pazienti che ne hanno bisogno e che spesso trovano da soli e con risorse proprie la forza per chiedere aiuto che la Regione Lazio istituisce l'assistenza psicologica per i malati di cancro. Il Consiglio Regionale, infatti, ha approvato all'unanimità, martedì scorso, la proposta di legge regionale numero 191 del 17 ottobre 2019 che promuove l'istituzione dei servizi di assistenza psico-oncologica negli ospedali dell'intero territorio e la presenza obbligatoria della figura dello psiconcologo all'interno del team multidisciplinare che segue in tutto il suo percorso di cura il paziente onco-ematologico od oncologico.


Il Lazio è la prima Regione in Italia a garantire questo tipo di servizio, ad istituire per legge l'assistenza psicologica per chi deve combattere una battaglia che sembra impossibile da vincere.


IL TRAGUARDO
L'approvazione della proposta di legge rappresenta dunque un traguardo importante che è stato possibile raggiungere anche grazie al lavoro portato avanti dalle 43 associazioni pazienti del gruppo La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere insieme al Consigliere Loreto Marcelli, componente dell'Intergruppo Parlamentare Insieme contro il cancro e Vice Presidente della Commissione Sanità. Nella pratica i pazienti potranno dunque contare su un'assistenza gratuita che va ad inserirsi all'interno del percorso terapeutico grazie anche alla preparazione e alla formazione di quasi 700 specialisti previsti nel Lazio.

«Un passo avanti enorme verso le persone e la qualità delle cure - commenta il Governatore Nicola Zingaretti - Andiamo avanti così mettendo al centro innovazione e investimenti nel sistema sanitario». A livello nazionale i malati oncologici sono un milione, nella nostra Regione stando agli ultimi dati disponibili sul portale open salute i pazienti con patologie oncologiche maligne sono 35.786, di questi 18.584 solo nella Capitale.

Si aggiungono poi tutte quelle persone a cui è stato diagnosticato un tumore cosiddetto benigno e la quota complessiva dunque aumenta e supera i 40 mila casi a livello regionale. Tra i tumori più ricorrenti per cui la Regione ha avviato una campagna di screening battente e basata su prenotazioni on-line sul modello dei vaccini contro il Sars-Cov-2, c'è quello al Colon retto che ha colpito più di 4 mila persone.

Quasi 5 mila donne invece sono affette da tumore al seno, altre 1.600 all'utero, mentre più di 2.700 persone soffrono di cancro alla prostata, ad altre 2.400 è stato diagnosticato un cancro di natura ematologica e più di 1.200 hanno scoperto di avere un melanoma, ovvero un tumore della pelle.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA