Effetti collaterali Pfizer: febbre, dolori muscolari e differenze tra prima e seconda dose. Cosa c’è da sapere

Giovedì 10 Giugno 2021 di Mario Landi
Effetti collaterali Pfizer: febbre, dolori muscolari e differenze tra prima e seconda dose. Cosa c è da sapere

Non c'è vaccino senza effetti collaterali. Anche perché è la dimostrazione che il nostro corpo sta avendo una risposta immunitaria e quindi è pronto a sviluppare anticorpi contro il Covid. Solo che le reazioni possono essere diverse da persona a persona. E in alcune persone si manifestano anche in modo grave. Ma se per Astrazeneca non è esclusa una relazione fra trombosi rare e farmaco anglo-svedese, su Pfizer i dati della farmaco-vigilanza suggeriscono altro. In particolare è bene guardare le statistiche raccolte negli Stati Uniti: è qui dove è stato iniettato con più frequenza (anche perché prodotto proprio negli Usa) e ha quindi un campione maggiore.

 

Vaccini, reazioni avverse Pfizer, AstraZeneca, Moderna e J&J: quante sono e differenze tra prima e seconda dose, il rapporto Aifa

 

QUANTO DURANO E QUANDO SI MANIFESTANO - Sul sito del nyc.gov/covidvaccine viene indicato che gli effetti collaterali più comuni sono: indolenzimento o gonfiore sul braccio in cui hai ricevuto l’iniezione, mal di testa, dolori muscolari, stanchezza e febbre. C'è poi differenza tra prima e seconda dose: gli effetti collaterali, infatti, sono più frequenti dopo la seconda dose e meno comuni negli adulti più anziani. Ma quando si manifestano? Gli effetti collaterali, di solito, sono da lievi a moderati e iniziano entro i primi tre giorni dopo la vaccinazione (il giorno successivo la vaccinazione è il più comune). Quanto durano? Circa uno o due giorni dopo il loro inizio.

 

Pfizer Lazio, ecco come anticipare la prenotazione del vaccino senza perdere l'appuntamento

 

 

AstraZeneca, cosa succede ai giovani vaccinati? Seconda dose, rischi e ipotesi mix con Pfizer

 

 

REAZIONI ALLERGICHE - Il vaccino Pfizer può anche dare delle reazioni allergiche. Ma queste, generalmente, iniziano da pochi minuti a un’ora dopo l’iniezione. E sono: difficoltà respiratorie, gonfiore del viso e della gola, battito cardiaco accelerato, eruzione cutanea su tutto il corpo, capogiro e debolezza. Tutte queste conseguenze vengono solitamente monitorate subito dopo l'iniezione, nella sala d'attesa dopo il vaccino: in cui bisogna rimanere per 15 minuti. Nel caso in cui si dovessero manifestare più tardi, allora è importante subito contattare il 118 o il proprio medico di famiglia.

 

 

Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 07:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA