Roma, un 25 aprile per l'Ucraina: cortei, sit-in e deviazioni. Tutte le info sulla viabilità

Roma, un 25 aprile per l'Ucraina: cortei, sit-in e deviazioni. Tutte le info sulla viabilità
Roma, un 25 aprile per l'Ucraina: cortei, sit-in e deviazioni. Tutte le info sulla viabilità
di Laura Bogliolo
3 Minuti di Lettura
Lunedì 25 Aprile 2022, 09:10 - Ultimo aggiornamento: 09:12

Festa della Liberazione tra il tradizionale corteo dell'Anpi, il sit-in per dire no alla guerra in Ucraina e gli eventi per ricordare il 25 aprile della Comunità ebraica. Si inizia alle 9: cerimonia all'Altare della Patria con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella per il 77° Anniversario della Festa della Liberazione. Sin dalle 7 sono previste chiusure al traffico in Centro. Dal mattino saranno deviate 27 linee di bus: H, 30, 40, 44, 46, 51, 60, 62, 63, 64, 70, 80, 81, 83, 85, 87, 118, 119, 160, 170, 190F, 492, 628, 715, 716, 781, 916F.

25 aprile, piazze piene per la pace: ma le armi sono spuntate

LA VIABILITÀ

Dalle 9,30 alle 11,30 circa ci sarà il corteo dell'Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d'Italia) che quest'anno partirà da largo Benedetto Bompiani (Tor Marancia) e raggiungerà come sempre piazzale Ostiense, dopo aver percorso via delle Sette Chiese, via di San Petronilla, via Valeria Rufina, viale di Tor Marancia, piazzale Elio Rufino, attraversando via Cristoforo Colombo, via Genocchi, piazza Oderico da Pordenone, viale Guglielmo Massaia, piazza Biffi, la circonvallazione Ostiense, via Benzoni, via Matteucci, via Ostiense. Verranno deviate le linee bus 23, 83, 30, 160, 671, 714, 715, 716 e 792. Alle 8,15 il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, deporrà una corona a Porta San Paolo, luogo simbolo della Resistenza romana. Lo stesso farà alle 8,30 la Comunità Ebraica di Roma, insieme all'Ucei. Nel giorno della Liberazione non si dimentica quello che sta accadendo in Ucraina, invasa dalla Russia. Le associazioni partigiane che non aderiscono all'Anpi faranno una propria iniziativa alternativa con lo slogan: Celebrare la Liberazione è schierarsi con la resistenza di Kiev. Alcune associazioni tra cui Ucraini in Italia, con l'adesione di +Europa e Azione, hanno indetto alle 9,30 una manifestazione in piazza di Torre Argentina per celebrare «la resistenza di allora e quella ucraina di oggi». Ci sarà anche la presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello. Alle 10,30, come da tradizione, i vertici della Comunità si recheranno in visita in via Tasso, dove sarà presente anche il sindaco Roberto Gualtieri.

Roma, il Comune sfrutta i dehor e lascia le 6mila pedane: “tesoretto” da 10 milioni


GLI APPUNTAMENTI

Sempre oggi ci sarà un doppio evento organizzato dai Radicali italiani. Dalle 10,30, presso la sede di via Angelo Bargoni 32, c'è il convegno Un 25 aprile anche per l'Ucraina. Alle 11 la manifestazione Grazie Usa per averci liberato dal fascismo. Libertà per l'Ucraina e per il popolo russo. Il sit-in si terrà vicino all'Ambasciata Usa. Alle 16 ancora strade chiuse per l'appuntamento Una Repubblica fondata sul codice penale fascista in piazza dei Santi Apostoli. L'obiettivo della mobilitazione è il superamento del Codice Rocco. «Ribadiamo che non c'è pace senza giustizia e per questo sosteniamo il delicato lavoro della Corte Penale Internazionale tramite la mobilitazione popolare e la raccolta di firme per l'appello Putin all'Aja che abbiamo lanciato su radicali.it», ha affermato Massimiliano Iervolino, segretario di Radicali Italiani.

Concerti a Roma fino al 1 maggio: da Micol Arpa Rock al violino di Casta

© RIPRODUZIONE RISERVATA