Furti nelle case a Roma, la mappa dei quartieri più colpiti: da Torpignattara a Ponte Milvio oltre 100 raid in un mese

Un romano su tre dichiara di avere paura: si temono aggressioni e danneggiamenti

Furti nelle case a Roma, la mappa dei quartieri più colpiti: da Torpignattara a Ponte Milvio oltre 100 raid in un mese
Furti nelle case a Roma, la mappa dei quartieri più colpiti: da Torpignattara a Ponte Milvio oltre 100 raid in un mese
di Valentina Errante
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Agosto 2023, 14:18 - Ultimo aggiornamento: 14:20

Al primo posto c'è Torpignattara, seguita dal quartiere Vescovio. Poi, nella classifica dei furti estivi, figurano gli appartamenti di Ponte Milvio e quelli dell'Appio. E di seguito le case di Spinaceto e Fidene. Sono oltre cento i colpi messi a punto dall'inizio dell'estate nella Capitale, secondo i dati della Questura, con una crescita del 15%. Mentre 29 persone sono state arrestate dalla polizia dal primo giugno. Ladri che durante i mesi estivi hanno organizzato più "colpi". Le indagini degli uffici investigativi e della Mobile sono in corso. In Italia ogni anni si registrano 182mila rapine: sul podio Roma (102.639 denunce) seguita da Milano (95.269 denunce) e Napoli (57.599 denunce). La percezione di sicurezza negli ultimi due anni è precipitata: cresce il timore di furti in casa. A Roma, due persone su tre non si sentono al sicuro nella propria abitazione e dichiarano di essere oggi più preoccupati di quanto non lo siano stati negli ultimi anni. Lo rivela l'ultima ricerca dell'Osservatorio Sara Assicurazioni. Quello che spaventa di più è il rischio di aggressioni rivolte a sé o ai propri familiari (60%). C'è poi il timore per i danni economici legati ai danneggiamenti della casa (37%) e alla sottrazione di denaro e preziosi (29%). Ma ci sono anche i danni emotivi per la perdita di beni affettivi (29%).

Giustizia fai da te, raid organizzati sui social e botte ai borseggiatori

GLI ULTIMI COLPI

L'ultimo arresto è avvenuto all'alba di ieri a Pietralata, ma nelle notti precedenti erano stati arrestati un diciottenne di origine marocchina e un 45enne romeno.

Il colpo "perfetto" è andato in scena lo scorso 16 agosto in casa Odescalchi, in via Cavour. La banda (gli inquirenti sono certi che a intervenire sino state più persone) è entrata nell'appartamento dal terrazzo, forzando una portafinestra mentre nessuno era in casa. Senza farsi sentire e senza lasciare tracce, con velocità e favoriti dall'assenza dell'allarme, hanno frugato nei mobili, negli armadi di tutto l'appartamento. Fin quando non hanno trovato la cassaforte che hanno smurato e aperto. All'interno c'erano gioielli di grande valore, anche antichi. Un colpo da due milioni di euro. Lo stesso giorno, nel quartiere Saalario, è stato denunciato un furto da 40mila euro in casa di un preparatore atletico. I ladri hanno portato via sette orologi: Rolex, Cartier, Vacheron Constantin, Eberhard. Lo scorso giugno dei ladri "acrobati" si erano arrampicati fino all'ultimo piano del palazzo dei Parioli dove vive la showgirl Samantha Degrenet. Ma in questo caso non sono riusciti a portare via nulla, la showgirl era rientrata in anticipo con il marito e li aveva messi in fuga.

Fregene, ladri in azione sul lungomare: finestrini spaccati per rubare le borse, portate vie anche le gomme delle auto

LE TECNICHE

Dal classico piede di porco per aprire le porte, alle chiavi bulgare fino alle lastre flessibili, che con pochi movimenti, precisi e mirati fanno scattare le serrature.
Le tecniche sono tante anche dal lockpicking, ossia l'apertura della serratura con una graffetta, al keybumping, la cosiddetta chiave "morbida" che riesce ad spalancare ogni ingresso: entra in tutte le serrature e con dei colpi di martello le apre. Ma ci sono anche i georgiani acrobati, che riescono a introdursi nelle case arrampicandosi sui balconi o calandosi dai tetti. Ma i topi di appartamento per verificare che i proprietari siano in vacanza utilizzano anche fili quasi impercettibili di colla e poi controllano se la porta sia stata aperti o se per giorni nessuno abbia varcato la soglia e allora il campo è libero. In zona piazza Bologna, a luglio, erano state trovate delle mollette da bucato su una porta.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA