Alfano: «Contro il terrorismo serve una strategia di lungo respiro». Cremlino: «Assalto senza precedenti»

Alfano: «Contro il terrorismo serve una strategia di lungo respiro». Cremlino: «Assalto senza precedenti»
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 7 Giugno 2017, 13:33 - Ultimo aggiornamento: 13:36

L'Italia non farà mancare il proprio supporto, sviluppando una politica attiva sui diversi fronti coinvolti», ha affermato il ministro degli Esteri Angelino Alfano commentando l'attacco in corso a Teheran, nella conferenza stampa congiunta che ha tenuto questa mattina alla Farnesina con la sua controparte armena, Edward Nalbandian. «Il terrorismo colpisce ancora ed è evidente come colpisca sia Occidente che Oriente e oggi in un'area delicata come l'Iran: è un'ulteriore conferma dell'importanza di lavorare con tutti gli alleati per una strategia di lungo respiro contro il terrorismo, una strategia che incorpori sia elementi di sicurezza che di dialogo politico e interreligioso» ha affermato il ministro.

Reazioni agli attentati in Iran arrivano anche dal Cremlino.- «Non sono altro che attacchi terroristici e come tali vanno condannati nel modo più netto - ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov -. «Gli attacchi in corso - ha detto Peskov - enfatizzano la necessità di unire i nostri sforzi contro il terrorismo e in particolar modo contro lo Stato Islamico». «La serie di attacchi  in Iran - ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov -  conferma che l'assalto del terrorismo internazionale «è senza precedenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA